Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Avatar utente
jebstuart
Levetta
Levetta
Messaggi: 525
Iscritto il: sabato 4 febbraio 2017, 22:41
La mia penna preferita: Montblanc Celluloid 14x
Il mio inchiostro preferito: Sailor NanoPigment
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli
Sesso:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da jebstuart » sabato 5 ottobre 2019, 17:53

Ottorino ha scritto:
sabato 5 ottobre 2019, 15:34
https://en.wikipedia.org/wiki/Nitrocellulose

C'era anche un link sul wiki con qualche animazione o disegno dei gruppi nitrici che assalivano il materiale, ma non lo ritrovo piu'
Touché :D

Come unica consolazione, mentre si degrada rilascia ossido nitrico. Ne deriva che sniffare una penna che cristallizza migliora le prestazioni sessuali.
Quindi portare sempre con sé una vecchia Arco Brown, da odorare in caso di bisogno.

Tornando seri, il freddo rallenta il processo. Già per le chitarre, nel mio studio non è mai acceso il riscaldamento. Scopro che torna utile anche alle penne.
Mauro

Avatar utente
PeppePipes
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 1135
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2013, 21:29
La mia penna preferita: Conklin Endura sapphire Sr
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Ku-Jaku
Misura preferita del pennino: Obliquo
Sesso:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da PeppePipes » domenica 6 ottobre 2019, 10:33

Concordo con Sanpei: questo tipo di celluloide non è sicuramente tra quelli più soggetti a cristallizzare; direi quindi che puoi stare sereno per la tua "Arco": le righette a cui ti riferisci le riterrei caratteristiche di questa celluloide e poi è una regola che le lineazioni causate dalla cristallizzazione sono sempre accompagnate da variazioni dimensionali, generalmente contratture del materiale, quindi facendo riflettere la superficie dovresti vedere dei piccoli avvallamenti in corrispondenza delle linee.
Quanto alla possibilità di contagio sarei abbastanza propenso ad escluderla, tuttavia la vicinanza di una penna ammalorata ad altre penne è deleteria perché la sostanza che si libera è decisamente corrosiva e ne farebbero le spese le parti metalliche delle penne vicine ed alla lunga anche l'ebanite subirebbe danni.
La curiosità è madre dell'interesse. Una vita senza interessi è una vita in stato comatoso.

Avatar utente
Stilo80
Levetta
Levetta
Messaggi: 506
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Troppe
Il mio inchiostro preferito: Troppi
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Contatta:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da Stilo80 » lunedì 7 ottobre 2019, 9:18

PeppePipes ha scritto:
domenica 6 ottobre 2019, 10:33
Concordo con Sanpei: questo tipo di celluloide non è sicuramente tra quelli più soggetti a cristallizzare; direi quindi che puoi stare sereno per la tua "Arco": le righette a cui ti riferisci le riterrei caratteristiche di questa celluloide e poi è una regola che le lineazioni causate dalla cristallizzazione sono sempre accompagnate da variazioni dimensionali, generalmente contratture del materiale, quindi facendo riflettere la superficie dovresti vedere dei piccoli avvallamenti in corrispondenza delle linee.
Quanto alla possibilità di contagio sarei abbastanza propenso ad escluderla, tuttavia la vicinanza di una penna ammalorata ad altre penne è deleteria perché la sostanza che si libera è decisamente corrosiva e ne farebbero le spese le parti metalliche delle penne vicine ed alla lunga anche l'ebanite subirebbe danni.
Grazie, non vedo avvallamenti per fortuna. Grazie ai vostri interventi mi sono deciso a tirar fuori dalla scatola anche la Paragon classica delle dimensioni della Milord recente. La poverina era custodita come un tesoro nella sua scatola chiusa. Forse un giorno mi farò coraggio e la userò, per il momento mi sforzo di allinearne le fantasie senza molto successo (allego foto, mi chiedo se son davvero l'unico per questo problema che meriterebbe forse un argomento a parte).

D'altro canto la Ogiva, seguendo il consiglio del GM, non essendo stata mai immessa sul mercato da Omas bensì essendo assemblata magistralmente dal buon Tom è sempre stata inchiostrata ed usata con un po' di periodi di pausa per dare spazio ad altre penne. Altrimenti non scriverei con altro. È il ricordo del mio primo Pen Show a Bologna impresso a fuoco nella mia memoria e nel mio corazon.

Grazie ancora a tutti.
Allegati
IMG-20191006-WA0023.jpeg
IMG-20191006-WA0020.jpeg
Per aspera ad astra.

Il mio canale YouTube:
https://www.youtube.com/StilograficaMente

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11558
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 7 ottobre 2019, 9:40

Magnifiche :clap: :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
francoiacc
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1526
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da francoiacc » lunedì 7 ottobre 2019, 11:37

Stilo80 ha scritto:
lunedì 7 ottobre 2019, 9:18
Forse un giorno mi farò coraggio e la userò, per il momento mi sforzo di allinearne le fantasie senza molto successo (allego foto, mi chiedo se son davvero l'unico per questo problema che meriterebbe forse un argomento a parte).
Sulla mia Paragon si allineano, basta solo trovare la giusta posizione di partenza. Normalmente ci sono 3 punti in cui le filettature si allineano, per trovare questi punti basta poggiare il cappuccio sulla sezione e svitare invece di avvitare, sentirai dei click quelle sono le posizioni di invito delle filettature. Basta provarle tutte per vedere quali di queste dovrebbe allineare le facce. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Stilo80
Levetta
Levetta
Messaggi: 506
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Troppe
Il mio inchiostro preferito: Troppi
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Contatta:

Arco Brown: cristallizzazione o imperfezione?

Messaggio da Stilo80 » lunedì 7 ottobre 2019, 19:32

francoiacc ha scritto:
lunedì 7 ottobre 2019, 11:37
Stilo80 ha scritto:
lunedì 7 ottobre 2019, 9:18
Forse un giorno mi farò coraggio e la userò, per il momento mi sforzo di allinearne le fantasie senza molto successo (allego foto, mi chiedo se son davvero l'unico per questo problema che meriterebbe forse un argomento a parte).
Sulla mia Paragon si allineano, basta solo trovare la giusta posizione di partenza. Normalmente ci sono 3 punti in cui le filettature si allineano, per trovare questi punti basta poggiare il cappuccio sulla sezione e svitare invece di avvitare, sentirai dei click quelle sono le posizioni di invito delle filettature. Basta provarle tutte per vedere quali di queste dovrebbe allineare le facce. :wave:
Bellissimo trucchetto grazie mille. Confermo le tre posizioni in cui le filettature si allineano presenti sia sulla ogiva che sulla Paragon. Purtroppo avvitando in tutte le tre alternative, il massimo che riesco ad ottenere è quello che ho fotografato prima (pur senza il trucchetto avevo preso dei riferimenti nelle sfaccettature o in relazione alle fantasie rispetto alla clip provando tutte le posizioni). Nel mio caso la celluloide Arco purtroppo non si allinea. :cry:
Per aspera ad astra.

Il mio canale YouTube:
https://www.youtube.com/StilograficaMente

Rispondi