Valentine Pen Co.

Note storiche sulle penne stilografiche e sui loro produttori. Aneddoti e curiosità.
Rispondi
Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2188
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Valentine Pen Co.

Messaggio da francoiacc »

La storia di questa penna inizia nel 1851 da Valentine & Sons una tipografia fondata nel Dundee in Scozia da James Valentine, una piccola tipografia che crebbe fino a diventare leader in Scozia per la produzione di cartoline illustrate.
Valentine_Postcard.jpg
Valentine Postcard 2.jpg
Valentine Postcard 2.jpg (54.39 KiB) Visto 477 volte
James Valentine decise di espandersi anche nel settore della manifattura di penne, così nel 1930 acquisì gli stabilimenti fondati da Felix Macauley, la Felix Macauley and Gold Nibs LTD, in una ex base militare dismessa, erano gli stabilimenti di Newhaven.
Nel 1932 la Valentine & Sons decise di ampliare lo stabilimento, nel 1934 seguirono ulteriori lavori di ampliamento che porteranno nel giro di pochi anni al raddoppiamento della struttura. Le aree maggiormente ampliate furono i reparti di tornitura ed assemblaggio.
Durante la seconda guerra mondiale buona parte degli impianti fu riconvertita per la produzione bellica, attività che impegno la fabbrica a ritmo continuo 24 ore al giorno 7 giorni su sette. Ciò comportò una riduzione della produzione di penne dell'80%.
Nel 1941 il colosso Parker, dopo aver già fondato la sede in Canada, mostrò interesse nella Valentine Pen Company di Newhaven. La collaborazione iniziò con l'assemblaggio di penne con parti prodotte in Canada. Il primo prodotto interamente realizzato negli stabilimenti della Valentine con il marchio Parker Pen Company fu la Parker Victory. Nel 1945 Parker acquisì completamente la Valentine Pern Company, in seguito gli stabilimenti furono ulteriormente ampliati diventando la principale fabbrica europea di Parker.
L'esemplare da me ritrovato è marchiato "The Valentine Pen Co LTD" sul fusto e ha il pennino originale con l'incisione "Valentine 14 ct 1st quality". E' una penna realizzata in celluloide con sistema di caricamento a pulsante di fondo. L'ho trovata in discrete condizioni mi è bastato metterle un nuovo sacchetto e darle una lucidata per rimetterla in carreggiata.
P1.jpg
P2.jpg
P3.jpg
Ecco qualche dato tecnico.
Lunghezza chiusa: 131.5mm
Lunghezza aperta: 117mm
Lunghezza con cappuccio calzato: 156mm
Diametro fusto: 12mm
Diametro base cappuccio: 14mm
Peso: 17.2 gr
P4.jpg
I primi modelli Valentine avevano una numerazione che indicava il modello basato sul prezzo, successivamente passarono ad un sistema di numerazione basato sulla misura, le ultime produzioni non hanno invece alcuna numerazione. Il modello da me rinvenuto, essendo senza numerazione, reputo che sia una delle ultime produzioni della Valentine, e guardando la rassomiglianza con le prime Parker Victory sospetto che sia stata realizzata quando la collaborazione con Parker era già attiva. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Miata
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1215
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
Il mio inchiostro preferito: Noodler's X-feather
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Sesso:
Contatta:

Valentine Pen Co.

Messaggio da Miata »

Complimenti :clap: :clap:

Mi piace molto la penna, ma apprezzo almeno altrettanto la storia del marchio che hai riassunto qui stesso. Grazie del tuo contributo!
Florinda
"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 658
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso:

Valentine Pen Co.

Messaggio da lucre »

Grazie per averci mostrato la penna , con una bellissima colorazione, e per l'esauriente presentazione. Volendo riportarla alla Victory direi che
la tua Valentine mostra una sola banda ( come le Victory fino al 1946 ) però non ha la clip a palla, che le Victory abbandonarono con la serie
Mark III verso l'inizio del 1948. Di nuovo grazie
Luigi

maicol69
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: lunedì 17 febbraio 2014, 15:31
La mia penna preferita: PELIKAN 800 BLU OCEAN
Il mio inchiostro preferito: pilot iroshizuku KON PEKI
Misura preferita del pennino: Medio
Località: BOLOGNA
Sesso:

Valentine Pen Co.

Messaggio da maicol69 »

Bella recensione e bella penna !
L'accostamento nero/marrone non è facile e spesso - a mio modestissimo avviso - non bellissimo
Ma qui vedo un perfetto equilibrio, anche grazie all'effetto marmorizzato
la cartolina, poi, è una gran chicca!
:clap:

Rispondi

Torna a “Storia e Produttori”