Pagina 2 di 2

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 7:03
da Medicus
Visti i noti problemi ...... Medicus , basta con queste storie sulla connessione, hai scocciato !!
E va bene non ne parlo più.

La colorazione della penna, per me è una delle più belle e devo dire che questa signorina così vestita a festa è davvero elegante e resto sempre affascinato dalla perfetta imitazione del legno ( materiale, che per le penne , a me almeno non va a genio ) che i fabbricanti riescono a fare, soprattutto in decenni nei quali la maestria non veniva aiutata dalla tecnologia.
La WAHL-EVERSHARP ha costruito penne tra le più belle e questa è un degno esempio della sua magnifica produzione.
Non dimentichiamo poi la concentrazione che gli artigiani dovevano avere a Chicago e non era per nulla facile,tra una raffica di Thompson e l' altra.
Complimenti vivissimi per la penna e per la recensione.
:clap: :clap:

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 10:21
da jebstuart
Magnifica, Giorgio, come sempre... :)
Per di più il palissandro mi ricorda la cassa della mia acustica preferita, dal timbro profondo e caldo.

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 11:03
da Musicus
jebstuart ha scritto:
sabato 9 dicembre 2017, 10:21
Magnifica, Giorgio, come sempre... :)
Per di più il palissandro mi ricorda la cassa della mia acustica preferita, dal timbro profondo e caldo.
Un Fagotto ?!?
Rosewood Basson, ca. 1890
Rosewood Basson, ca. 1890



:mrgreen:

:lol:

Grazie Jeb :thumbup: , e BUONA MUSICA!!! 8-)

Giorgio

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 11:09
da Musicus
Medicus ha scritto:
sabato 9 dicembre 2017, 7:03
Visti i noti problemi ...... Medicus , basta con queste storie sulla connessione, hai scocciato !!
E va bene non ne parlo più.

La colorazione della penna, per me è una delle più belle e devo dire che questa signorina così vestita a festa è davvero elegante e resto sempre affascinato dalla perfetta imitazione del legno ( materiale, che per le penne , a me almeno non va a genio ) che i fabbricanti riescono a fare, soprattutto in decenni nei quali la maestria non veniva aiutata dalla tecnologia.
La WAHL-EVERSHARP ha costruito penne tra le più belle e questa è un degno esempio della sua magnifica produzione.
Non dimentichiamo poi la concentrazione che gli artigiani dovevano avere a Chicago e non era per nulla facile,tra una raffica di Thompson e l' altra.
Complimenti vivissimi per la penna e per la recensione.
:clap: :clap:
Ciao Medicus!! :thumbup:
Come sempre ti ringrazio per il commento: legno e inchiostro non vanno d'accordo nemmeno ai miei occhi... :thumbup:
Ma spesso nel design è così: il successo di certi materiali sta proprio nella capacità di imitarne altri, senza i difetti o i problemi o i costi che creerebbe la lavorazione del materiale "imitato". Non ultimo fattore in gioco direi anche un certo giustificato compiacimento per un virtuosismo ben riuscito...
Un caro saluto, Pierangelo!! :wave:

Giorgio

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 11:38
da Musicus
piccardi ha scritto:
giovedì 7 dicembre 2017, 19:17
Un altro bellissimo ritrovamento (ci farai crepare tutti di invidia), presentato come sempre in maniera impeccabile. Lo stile e la qualità della Wahl-Eversharp a quel tempo erano una spanna sopra a tutti gli altri, con una cura dei particolari straordinaria, poi quando puri ci trovi sopra il flessibile buono (purtroppo per la flessibilità i nuovi pennini delle signature non erano allo stesso livello di quelli precedenti)...
A parte il divertimento della caccia e il piacere del contatto umano, il più grande vantaggio dei mercatini e dei Penshow è proprio quello di poter provare il pennino di persona, perchè in foto si può capire molto, ma non abbastanza, e anche quelli che riportavano l'incisione "semplice" che ho mostrato potevano essere rigidi o semirigidi (mentre i "Signature", scritta obliqua, nel catalogo 1928 erano sempre e solo descritti come "Semi-Flexible") .... ;)

piccardi ha scritto:
giovedì 7 dicembre 2017, 19:17
...
Però mi devo dichiarare in disaccordo con Wally, le più belle per me sono le coral!

Simone
Anche a me era venuto il dubbio, e l'ho scritto, che Wally parlasse come l'oste quando gli si chiede se il suo vino è buono... :problem:
:lol:
In effetti chi riesce a capire se nel SUO taschino la penna "rossiccia" è una senior CORAL o ROSEWOOD ?!?
1. 192x-Wahl-Models-Card - detail - Copia.jpg
:lol:

Giorgio

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 11:50
da Musicus
kircher ha scritto:
venerdì 8 dicembre 2017, 15:44
Caro Musicus, ma non preferiresti una bella Lamy invece di questa penna maleodorante? Tutti parlano tanto bene delle Lamy!
Mio buon Kircher, tu vuo' ch'io rinovelli disperato dolor che 'l cor mi preme già pur pensando, pria ch'io ne favelli ?!? :ugeek:
Lamy%20Safari%20demonstrator.jpg
:silent:

:lol:

:wave:

Giorgio

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 11:54
da Musicus
Godowsky1930 ha scritto:
venerdì 8 dicembre 2017, 14:32
Complimenti a Giorgio per la penna, il pennino, le bellissime fotografie, l'appassionata, storicamente documentata presentazione....
Mille grazie, Umberto!! :)
Godowsky1930 ha scritto:
venerdì 8 dicembre 2017, 14:32
Io ho il modello analogo con la clip. Vorrei migliorare le mie fotografie , poi la presentero'. Viene da Toronto, me la sono aggiudicata ad un prezzo accettabile tenuto conto del dollaro canadese;prezzo di spedizione alto. Per fortuna il venditore ha dichiarato un prezzo ridotto del 60% rispetto a quello pagato e quindi le spese di dogana ( uguali a quelle USA) erano ridotte. Anche il mio pennino e' un flessibile che mi pare molto buono , ma l'ho provato solo per intinzione. Tra l'altro concordo con te sui flessibili che si comportano come tali solo quando glielo chiediamo noi.umberto
Ottimo, allora, ti aspettiamo: la clip a tulipano è una vera chicca!!! :thumbup:
:wave:

Giorgio

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 13:45
da jebstuart
Musicus ha scritto:
sabato 9 dicembre 2017, 11:03
Un Fagotto ?!?
No... questa ... fasce e fondo di palissandro massello ...
Costa la metà di una Martin D45 (di cui è la copia ormai fuori produzione prodotta dalla giapponese Aria) e suona quasi altrettanto bene.


Immagine

WAHL-EVERSHARP Lady Rosewood - 1928

Inviato: sabato 9 dicembre 2017, 14:28
da Musicus
jebstuart ha scritto:
sabato 9 dicembre 2017, 13:45
Musicus ha scritto:
sabato 9 dicembre 2017, 11:03
Un Fagotto ?!?
No... questa ... fasce e fondo di palissandro massello ...
Costa la metà di una Martin D45 (di cui è la copia ormai fuori produzione prodotta dalla giapponese Aria) e suona quasi altrettanto bene.
:clap:

L'aver presentato un palissandro "imitato" e uno "non trattato" era un assist davvero perfetto per alcuni colleghi musicisti: grazie, Jeb, per averci mostrato un legno che ora... "suona"!! :thumbup:

:wave:

Giorgio