un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
asioflammeus
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 20:56

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da asioflammeus » martedì 11 febbraio 2020, 18:45

Ciao a tutti dal surfista d'inchiostro,

nei miei messaggi precedenti vi ho "cantato le mie gesta" riferendomi ad acquisto in mercatini di due Aurora...in condizioni ottime a prezzi super favorevoli... ma non sempre mi va giusta! :lol: :lol:

qualche tempo fa ho comprato questa penna nuova una Faber Castell Neo Slim laccato nero, in metallo... di design mi piace davvero molto

MA

mi sta deludendo moltissimo perchè ha molti intoppi nella scrittura, se resta ferma una decina di giorni non parte subito... insomma una vera delusione... :oops:

ho notato che ha il pennino un pò curvo (proprio come progetto, non che sia un difetto dell'esemplare) mi chiedevo se questo aspetto può influire sulla fluidità di scrittura...?

qualcuno di voi ha questo modello e mi da un suo giudizio?
usa cartucce... ho provato a cambiare anche l'inchiostro... ma non cambia il risultato...

grazie mille... questo forum è meraviglioso...
ah proposito io sono il direttore di una piccola casa editrice.. se qualcuno avesse un libro nel cassetto sulle stilografiche, anche narrato se ne può parlare...

saluti
Marco
Parma
342300_60_PX_9999989899_37350.jpg
342300_60_PX_9999989899_37350.jpg (6.75 KiB) Visto 655 volte
84078071_187896895608865_170362244322820096_n.jpg
84748069_193579268546758_647533561879986176_n.jpg

lucacecchi
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 55
Iscritto il: lunedì 14 ottobre 2019, 1:23

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da lucacecchi » martedì 11 febbraio 2020, 18:57

Non sono un esperto ma ricordavo un topic sull'argomento che ho ritrovato: viewtopic.php?t=17947
Non mi vorrei sbilanciare ma non era molto lusinghiero.
Luca

Avatar utente
Ghiandaia
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 256
Iscritto il: domenica 12 maggio 2019, 10:43
La mia penna preferita: Cambia costantemente
Il mio inchiostro preferito: Vedi sopra
Misura preferita del pennino: Broad
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Ghiandaia » martedì 11 febbraio 2020, 19:12

Io ho una Neo Slim satinata beige ed è una meraviglia di penna per il prezzo. Pennino M liscissimissimo e dal flusso generoso, non ho mai avuto false partenze o pennino secco, anche se devo precisare che non l'ho mai lasciata ferma inchiostrata per più di 24h. A parte la mancata ripartenza immediata dopo una decina di giorni di inattività che genere di intoppi hai riscontrato? Magari sono cose che si riescono a sistemare da sè con l'aiuto della saggezza collettiva :)

Avatar utente
Gargaros
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 446
Iscritto il: giovedì 6 dicembre 2018, 3:54
La mia penna preferita: P.Plasir (dopo cambio pennino)
Il mio inchiostro preferito: Al gusto fragola!
Misura preferita del pennino: Extra Fine

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Gargaros » martedì 11 febbraio 2020, 19:16

Di questa penna non so dire nulla perché mi manca, ma posso dire che le due FB che ho hanno mostrato vari problemi che mi fanno titubare nel prendere altro di questo produttore... La prima è una Writink, il cui flusso dell'inchiostro andava a singhiozzi: mi faceva scrivere qualche riga, poi dovevo scuoterla perché si "ricaricasse" l'alimentatore. La seconda, una Loom piano, così incontinente persino da gocciolare inchiostro...

Magari la sfiga mi ha colpito, o magari anche no e la FB è solo chiacchiere e distintivo...

Comunque il problema dell'inchiostro che si secca dopo qualche giorno di non utilizzo affligge anche altre penne, di altre marche. Il preoccupante è quando si secca dopo qualche ora...

asioflammeus
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 20:56

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da asioflammeus » mercoledì 12 febbraio 2020, 7:42

ciao a tutti,
beh diciamo che il singhiozzo... in termini idi inchiostro è il termine più calzante....
mi si chiedeva altri difetti?
ma direi che bastano già così! Siamo nel 2020 con una tecnologia moderna un marchio importante mi aspetto una penna ... di qualità, tenete presente che in Corsica ho comprato una Pilot di plastica al supermercato da 3,50 ed è più reattiva...e fluida!

è un peccato perchè come design e materiali... è davvero una figata!
non so proverò con qualche altro inchiostro... il fatto che rimanga secca solo qualche tempo di inattività...(che so 10 -15 gg) mi pare u difetto grave perchè le montegrappa o le spalding (ne ho due) stessa fascia di prezzo sto problema non l'hanno!
vabbè... faber castell ho dato! :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1380
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Pettirosso » mercoledì 12 febbraio 2020, 9:15

Non conosco questo modello, ma qualche difficoltà di partenza dopo 10/15 giorni di inutilizzo non mi pare una cosa drammatica, se poi riparte quasi subito o appena inumidito il pennino. Certo, si può fare di meglio, ma... Diciamo che potrebbe essere una "caratteristica" della penna.
Più preoccupanti i difetti lamentati nel messaggio collegato: per questi consiglierei di provare almeno un buon trattamento con la magica pozione base (acqua ed un paio di gocce di detersivo per piatti): a volte si tratta solamente di residui di lavorazione (grassi) rimasti sull'alimentatore.
P.S.: vedendola, questa penna mi ricorda tanto la vecchia e gloriosa Parker Vector :D .

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1434
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Monet63 » mercoledì 12 febbraio 2020, 13:31

Tutte le mie Faber Castell sono assolutamente perfette; anche quelle made in China.
Una sola (una Loom) ha avuto bisogno di un lavaggio - che è stato risolutivo - perché il flusso era molto incostante.
In quanto a perdere inchiostro, il mio consiglio, quando e se capita, è di controllare prima di tutto che la cartuccia o il converter non abbiano lesioni, anche minime: di solito il problema è lì.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
ctretre
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 222
Iscritto il: mercoledì 21 giugno 2017, 18:06
La mia penna preferita: Faber Castell Ambition
Il mio inchiostro preferito: G V Faber Castell Carbon Black
Misura preferita del pennino: Fine

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da ctretre » giovedì 13 febbraio 2020, 16:49

Ho avuto per una decina di giorni quella penna, e chiaramente non posso sapere come si sarebbe comportata in caso di inattvità, questadiscussione magari è più in tema. Ora ho una Ambition M, l'unico difetto che ha (nemmeno piccolo) è che il corpo della penna tende a svitarsi dal gruppo di scrittura che porta con se il cappuccio.

Avatar utente
Matbas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 88
Iscritto il: giovedì 30 gennaio 2020, 18:24
La mia penna preferita: Lamy Pur; Kaweco AL Sport Raw
Il mio inchiostro preferito: Kaweco Midnight Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Matbas » giovedì 13 febbraio 2020, 19:21

Facendo un sunto di quanto detto finora sembrerebbe che la Faber Castell debba ancora migliorare sul lato penne.
Domanda i pennini sono proprietari o umano i classici Bock/Jowo?
Matteo

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1434
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Monet63 » giovedì 13 febbraio 2020, 23:02

Matbas ha scritto:
giovedì 13 febbraio 2020, 19:21
Domanda i pennini sono proprietari o umano i classici Bock/Jowo?
Matteo
Non sono proprietari.
Ad esempio, il gruppo scrittura della penna di cui si parla qui, è in comune anche con alcuni modelli Online, mentre altri gruppi montati da Faber Castell vengono usati anche da Kaweco e Online.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
Matbas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 88
Iscritto il: giovedì 30 gennaio 2020, 18:24
La mia penna preferita: Lamy Pur; Kaweco AL Sport Raw
Il mio inchiostro preferito: Kaweco Midnight Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Matbas » venerdì 14 febbraio 2020, 10:58

Monet63 ha scritto:
giovedì 13 febbraio 2020, 23:02
Non sono proprietari.
Ad esempio, il gruppo scrittura della penna di cui si parla qui, è in comune anche con alcuni modelli Online, mentre altri gruppi montati da Faber Castell vengono usati anche da Kaweco e Online.
:wave:
Quindi in definitiva la qualità di scrittura alla fine sarà la stessa indipendentemente dal brand. Tutto si sposta su un mero lato estetico.
Grazie
Matteo

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1434
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Monet63 » venerdì 14 febbraio 2020, 14:22

Matbas ha scritto:
venerdì 14 febbraio 2020, 10:58
Quindi in definitiva la qualità di scrittura alla fine sarà la stessa indipendentemente dal brand. Tutto si sposta su un mero lato estetico.
Grazie
Matteo
Si, esatto.
Esiste un numero limitato di gruppi scrittura, e in realtà girano sempre quelli. Un altro esempio che mi viene in mente al volo: il gruppo scrittura delle Pelikan di fascia scolastica, come la PrimaPenna e la Galaxia, sono in comune (e ovviamente intercambiabili) con quelli della Pentel Tradio, anche se quelli Pentel sono marchiati col nome dell'azienda (Pentel); tuttavia la Pelikan Galaxia va molto meglio della Tradio, perché impedisce all'inchiostro di seccare anche dopo un mese di stop, e anche se si usa il Pelikan 4001 nero, particolarmente ostico in molti casi. Anzi, sulla Pelikan Galaxia il nero 4001 sfoggia tutta la sua bellezza.
L'identità dei gruppi personalmente non mi crea problemi, perché capisco che sulla fascia più bassa non si può pretendere che si produca in casa il pennino, ciò che mi interessa - invece - è che scriva bene. Inoltre l'ingegnerizzazione dell'intera penna ha comunque un suo peso non indifferente (come dicevo, a mio avviso la Galaxia è fatta molto meglio della Tradio, pur costando molto meno)
In particolare, su una Online avevo un gruppo EF di quel genere che scriveva particolarmente bene, e per un certo periodo l'ho tenuto montato proprio su una FC, fino a quando l'ho regalata.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

SR1962
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 26
Iscritto il: lunedì 6 gennaio 2020, 22:23
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Milano
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da SR1962 » venerdì 14 febbraio 2020, 23:15

Spero di non essere fuori argomento nel qual caso mi scuso.
Ho visto una interessante Graf von Faber Castell Tamitio con pennino in acciaio marcato Graf von Faber Castell di cui ho letto cose interessanti .
Anche i pennini in acciaio Graf von Faber Castell sono di produzione esterna all'azienda? E quelli in oro?

Stefano

Debbo la scoperta di Uqbar alla congiunzione di uno specchio e di un'enciclopedia.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1434
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Monet63 » venerdì 14 febbraio 2020, 23:20

SR1962 ha scritto:
venerdì 14 febbraio 2020, 23:15
Anche i pennini in acciaio Graf von Faber Castell sono di produzione esterna all'azienda? E quelli in oro?
I fabbricanti che producono in proprio i pennini sono pochissimi. A me risulta che Faber Castell non produca pennini, e che per la linea "Graf" si serva di pennini Bock (Jowo per le linee più economiche), ma è meglio aspettare altri interventi, perché potrei sbagliare.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
Giotto
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 415
Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2017, 20:07
La mia penna preferita: Prima dovrei provarle... TUTTE
Il mio inchiostro preferito: I neri, i verdi, i marroni ...
Fp.it Vera: 103
Località: Provincia di Varese
Sesso:

un giudizio su una Faber Castell (non mi piace molto! qualcuno di voi la possiede?)

Messaggio da Giotto » domenica 16 febbraio 2020, 19:58

Di Faber Castell ho una Loom Piano EF, una WritInk M, una Grip EF: mi trovo bene con tutte e tre. Potrebbe essere solo una mia impressione, ma il tratto della WritInk (che credo abbia lo stesso pennino brunito della tua Neo Slim) rimane più "secco" di quello delle altre due, portando il pennino ad avere un certo ritorno, molto gradevole.

Come suggerito da Pettirosso e Monet63, potresti provare un lavaggio.

Domanda: la Neo Slim sarebbe l'erede della Basic?

Rispondi

Torna a “Consigli ed esperienze per gli acquisti”