Leonardo Momento Zero Grande

Nuovi modelli in arrivo o appena presentati.
Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1183
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da Monet63 » domenica 11 agosto 2019, 17:39

analogico ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 16:57
Le cose sono molto chiare, per chi le vuol vedere.
...omissis...
Possiamo cavillare sui termini finchè vogliamo, ma questo è il succo della vicenda.
Inutile persino sottolineare quanto io sia d'accordo su tutto quanto scritto da Antonio.
Little ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 15:56
Per questo motivo le case produttrici hanno modo di giocare con i termini usando una definizione tecnicamente corretta ma tradizionalmente equivoca e visto che la loro definizione è corretta (ma se vogliamo incompleta) nessuno mai potrà dire loro di correggerla se a loro fa gioco commercialmente utilizzare quella dicitura.
Il punto è che giocare con i termini, nella nicchia di un mercato di nicchia, non è la cosa più intelligente da fare, oltre a non essere quella più legittima. Molti acquirenti sono appassionati, ti sgamano al volo, e tu non stai vendendo pane; inoltre vivi nel periodo storico del web, dove le notizie corrono per il mondo.
In questo caso specifico, può succedere che:
1.- Chi vuole un caricamento a pistone vero, compra altro.
2.- Chi preferisce un caricamento a converter compra altro (ad esempio, io), per garantirsi la possibilità di intervento in caso di problemi.
Sempre per fare un esempio, e parlando a titolo puramente personale, se la penna in questione avesse avuto un converter rimovibile, a vite, dedicato, di dimensioni maggiorate e di qualità, non necessariamente con innesti comuni (non serve che ci possa mettere una cartuccia, mi basta che si possa rimuovere all'occorrenza), magari chiamandolo schiettamente "caricamento a pistone amovibile" o cose del genere, avrei preso in seria considerazione l'acquisto, anche in presenza del solito gruppo scrittura Bock, perché per il resto la penna mi piace parecchio.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11411
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da maxpop 55 » domenica 11 agosto 2019, 18:15

Monet63 ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 17:39
....................
............
Sempre per fare un esempio, e parlando a titolo puramente personale, se la penna in questione avesse avuto un converter rimovibile, a vite, dedicato, di dimensioni maggiorate e di qualità, non necessariamente con innesti comuni (non serve che ci possa mettere una cartuccia, mi basta che si possa rimuovere all'occorrenza), magari chiamandolo schiettamente "caricamento a pistone amovibile" o cose del genere, avrei preso in seria considerazione l'acquisto, anche in presenza del solito gruppo scrittura Bock, perché per il resto la penna mi piace parecchio.
Non vorrei sbagliare ma mi pare che il converter sia a vite removibile
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
TeoJ
Levetta
Levetta
Messaggi: 561
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2016, 14:42
La mia penna preferita: Delta Dolcevita
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 031
Località: Novara
Sesso:
Contatta:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da TeoJ » domenica 11 agosto 2019, 18:16

Comunque sui siti che ce l'hanno in ordine c'è scritto "Il caricamento all’interno del corpo è a pistone “esterno” quindi non è incorporato nel corpo penna.", In più ci sono le foto, quindi direi che, almeno in questo caso, nessuno gioca sull'ambiguità ;)
Matteo

Avatar utente
francoiacc
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1318
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da francoiacc » domenica 11 agosto 2019, 18:39

Esattamente quello che cercavo di dire da un pò, ci sono le foto, quindi almeno non vedo questo accanimento nei confronti dei signori di Leonardo. Secondo me la discussione ha preso una strana piega. Sicuramente ci sono tante aziende che giocano sporco su questa cosa del captive converter, ma non credo sia il caso di L.O.I. :eh:
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1183
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da Monet63 » domenica 11 agosto 2019, 18:47

maxpop 55 ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 18:15
Non vorrei sbagliare ma mi pare che il converter sia a vite removibile
TeoJ ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 18:16
Comunque sui siti che ce l'hanno in ordine c'è scritto "Il caricamento all’interno del corpo è a pistone “esterno” quindi non è incorporato nel corpo penna.", In più ci sono le foto, quindi direi che, almeno in questo caso, nessuno gioca sull'ambiguità ;)
Si tratterebbe quindi di un normale converter a vite di qualità, amovibile, che si può azionare anche svitando l'ultima parte del fondello. Per me cambia la storia.
Ecco, se magari facessero il terminale zigrinato, come faceva Delta, sarebbe meglio: quello attuale, se non rimuovo l'intero corpo penna, lo aziono male.
Mi infastidisce comunque leggere sulla foto pubblicata in prima pagina "The Momento Zero Grande features a modern piston filling mechanism", ovvero una cosa che non sarebbe vera.
Ultima modifica di Monet63 il domenica 11 agosto 2019, 18:52, modificato 1 volta in totale.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7803
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da Ottorino » domenica 11 agosto 2019, 18:48

Non credo che ci sia una strana piega.
Succede qundo ci sono opinioni e idee in contrasto.
Siamo nel confronto civile
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 958
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da analogico » domenica 11 agosto 2019, 18:54

francoiacc ha scritto:
domenica 11 agosto 2019, 18:39
Esattamente quello che cercavo di dire da un pò, ci sono le foto, quindi almeno non vedo questo accanimento nei confronti dei signori di Leonardo. Secondo me la discussione ha preso una strana piega. Sicuramente ci sono tante aziende che giocano sporco su questa cosa del captive converter, ma non credo sia il caso di L.O.I. :eh:
Non vedo alcun accanimento da parte di nessuno e men che meno da parte mia.
In tutto il flusso dei vari interventi io non ho mai citato, né fatto riferimento ad alcun marchio e l'ho fatto di proposito .
Ho comperato tempo fa una penna italiana di questo tipo e quando me ne sono accorto ci sono rimasto male, ma ho evitato ed eviterò di citarne il marchio proprio per mantenere il discorso sul generale, che è la cosa che mi interessa, al di la del caso personale.
Per ciò che mi riguarda la discussione potrebbe essere anche divisa in due tronconi.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

nemoscott
Converter
Converter
Messaggi: 2
Iscritto il: sabato 20 aprile 2019, 9:17

Leonardo Momento Zero Grande

Messaggio da nemoscott » lunedì 12 agosto 2019, 20:19

Io ne possiedo 3 tutte non EF acciaio scrivono benissimo

Rispondi