Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
farfilo
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 14:26
La mia penna preferita: eh... va a periodi.
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal Blue
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 045
Località: Milano

Visconti Wall Street LE: il ritorno.

Messaggio da farfilo » giovedì 29 novembre 2012, 16:58

Volevo informare tutti che la Wall Street LE Blu è tornata a casa.
Perfettamente impacchettata, dal punto di vista funzionale non esistono più perdite, la penna scrive perfettamente con lo stesso flusso con cui l'avevo provata, quindi bello abbondante: il Pelikan 4001 rimane molto molto blu.
Ringrazio tanto il signor Dante e tutto il reparto tecnico Visconti che si sono presi cura della bimba in tempi davvero brevi e senza nessuna spesa.
L'allineamento del cappuccio con il fusto è stato migliorato, ora la penna non è più fortemente disassata, ma come avevo già detto è una cosa con cui posso convivere. Devo invece imparare a convivere con un disallineamento (non eclatante) del fondello con il fusto (che prima non aveva), ma... quello me lo tengo: lo capisco anch'io che la geometria è maledettamente complicata... cambi una guarnizione giri una frazione di frazione di millimetro in meno il pistone dentro... e la quadratura del cerchio non ti perdona più...

Abbracci forti,

Antonio.

Avatar utente
dante
Mastro
Mastro
Messaggi: 103
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2011, 20:02

Re: Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da dante » sabato 1 dicembre 2012, 0:04

farfilo ha scritto:
dante ha scritto:Complimenti per la recensione veramente ben scritta, toccante.
Purtroppo il disallineamento è difficilissimo da controllare in quanto basta forzare la chiusura per causare il danno.
Le nostre penne con filettatura hanno 4 principi che significa che 1 giro di vite corrisponde a 4 mm il quadruplo di una filettura normale. Questo consente una avvitatura rapidissima ma ha uno spessore del filetto 4 volte piu fine e se si forza si può disallineare. Una minima rotazione accade anche nelle penne rotonde ma....non si nota!
Queste problematiche sono state risolte con il meccanismo a baionetta che consente in una corsa brevissima ,solo 20 gradi,una chiusura ineccepibile e sempre all'ineata.
Ma la baionetta l'ho creata solo nel 2006 e perfezionata nel 2008, Mentre la WS è stata lanciata nel 2003.
Nel fondello la forzatura causa il distacco della vite metallica interna dal fondello in celluloide, la soluzione sarebbe fare la filettatura direttamente sul fondello ,come facevamo nelle prime Voyager, ma ha un aspetto piu economico e con il tempo si danneggia a causa dell'attrito con il metallo e lo scorrimento è peggiore.
Quindi giocoforza l'attuale tecnologia non è migliorabile usando la celluloide. Su alcune penne vedi opera demo lo facciamo metallico per ovviare il problema.
Penso ti faccia piacere sapere che io ne ho una ugale con il pennino tubolare e che da almeno 3 anni il materiale blu è completamente esaurito e non lo rifaremo più, quindi il valore collezionistico della tua penna è molto elevato, mi sembra che non abbiamo fatto neppure 1000 penne.
La quadratura del cerchio è un concetto molto bello e di uso comune per definire una cosa perfetta, in verità la forma racchiude sia il quadrato che il cerchio che in esoteria significano stabilità e movimento o anche tradizione ed innovazione.
Non riesco a capire perchè macchia le mani, se avesse una perdita,....perderebbe inchiostro scrivendo.
Se la rimandi cambiamo tutti gli o-rings di tenuta che possono essere invecchiati e controlliamo con la macchina del vuoto la tenuta degli stessi e il corretto posizionamento del controcappuccio.
Gentile Signor Dante,
grazie di cuore per tutto quello che mi ha scritto e per le informazioni preziose che ha aggiunto...
Come avrà constatato la penna ha raggiunto i vostri uffici di via dell'osservatorio (il 14 sera) e sono felice sia in ottime mani.
Ritengo quello dell'allineamento una caratteristica più che un difetto (ne ho sottolineato la simpatia) ed è una cosa che non mi disturba affatto: la perfezione si vede in altre cose e quelle ci sono, tutte e ben evidenti.

La penna non macchia quando scrive (anche se il flusso è veramente grande grande, ci mette molto ad asciugare), ma suda inchiostro una volta appoggiata in orizzontale col tappo chiuso. Se la lascio così almeno una decina di minuti, quando la prendo le mani si sporcano di inchiostro ed anche l'interno del tappo deve essere riasciugato.
Buon lavoro allora!

Grazie Ancora,
Antonio.
Farfilo,
Mi auguro che tu abbia indicato bene cosa fare alla penna, io non sono al corrente di cosa arriva e per un riparatore SCOPRIRE un difetto è molto lungo e può facilmente suggire.
Capita frequentemente che riceviamo penne senza avere idea del problema o che ne hanno dimenticato uno .

La perfezione nella WS la trovi anche sulla veretta : se la osservi da vicino nota che è in argento 925 ed è incastonata nella celluloide con una precisione che il tatto non è in grado di avvertire il cambio di materiale.
È una lavorazione molto costosa che facciamo in pochissime penne
....ah se ti si annerisce è segno ....che la usi poco ! Ma puoi lucidarla facilmente con il pannetto che trovi anche al supermercato

CICLOPE
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 190
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 15:14
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 078
Località: Napoli

Re: Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da CICLOPE » sabato 1 dicembre 2012, 0:23

Simone ha scritto:
Infine, faccio i miei complimenti a Dante, che interviene sempre e con passione!
mi associo
Roberto

rembrandt54

Re: Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da rembrandt54 » sabato 1 dicembre 2012, 7:18

Ed io lo ringrazio ancora per il cambio (totalmente gratuito!!) del pennino della mia WS da M a F ;)

stefano

Avatar utente
farfilo
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 14:26
La mia penna preferita: eh... va a periodi.
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal Blue
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 045
Località: Milano

Re: Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da farfilo » lunedì 3 dicembre 2012, 23:18

dante ha scritto:Farfilo,
Mi auguro che tu abbia indicato bene cosa fare alla penna, io non sono al corrente di cosa arriva e per un riparatore SCOPRIRE un difetto è molto lungo e può facilmente suggire.
Capita frequentemente che riceviamo penne senza avere idea del problema o che ne hanno dimenticato uno .
La perfezione nella WS la trovi anche sulla veretta : se la osservi da vicino nota che è in argento 925 ed è incastonata nella celluloide con una precisione che il tatto non è in grado di avvertire il cambio di materiale.
È una lavorazione molto costosa che facciamo in pochissime penne
....ah se ti si annerisce è segno ....che la usi poco ! Ma puoi lucidarla facilmente con il pannetto che trovi anche al supermercato
Si si, insieme alla penna avevo allegato un foglio dettagliato specificando tutto, punto per punto... ho scritto anche che mentre la riparazione della perdita era vitale, l'allineamento del cappuccio non lo era. il nuovo disallineamento della coda della penna si è secondo me determinato da una piccola differenza di serraggio del gruppo di metallo avvitato nel fusto (quello da cui fuoriesce la siringa) ma è una cosa piccolissima... se serve a garantire la tenuta della penna non fa nulla, si vede appena appena!
Per lucidarla ho un panno di microfibra che usano gli orologiai :mrgreen:

Grazie mille,
Un saluto,
Antonio

PS: la notizia della rarità della celluloide blu, mi gonfia di felicità come un tacchino :D

Avatar utente
farfilo
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 14:26
La mia penna preferita: eh... va a periodi.
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal Blue
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 045
Località: Milano

Visconti Wall Street LE: scansione di una prova di scrittura

Messaggio da farfilo » sabato 8 dicembre 2012, 18:10

Ecco una prova tecnica di scrittura per voi.
Naturalmente la penna non macchia più, ma il flusso è sempre beatamente abbondante.

Pennino Visconti F 18K
Inchiostro Pelikan 4001 Brilliant red customizzato :mrgreen:
Carta: quaderno A5 Pigna Monochromo (di mia figlia)

Spero vi piaccia!
Antonio.

Immagine

Immagine

Avatar utente
Tiberio G
Levetta
Levetta
Messaggi: 565
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2012, 23:01
La mia penna preferita: Parker Duofold Vacumatic
Il mio inchiostro preferito: Sailor Nano Sei-Boku blu-nero
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 015
Arte Italiana FP.IT M: 087
Fp.it ℵ: 116
Fp.it 霊気: 105
Località: Milano
Sesso:
Contatta:

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da Tiberio G » sabato 8 dicembre 2012, 18:19

Scrive proprio bene, però quel rosso sangue fresco non è adatto alla penna, ci vuole un bel Diamine Majestic blue: più intonato alla meravigliosa celluloide.
Tiberio

RaffaeleD
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 269
Iscritto il: mercoledì 12 settembre 2012, 17:50
La mia penna preferita: Pilot 78G
Il mio inchiostro preferito: Hiroshizuku Asa-gao
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 059
Località: Torino

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da RaffaeleD » sabato 8 dicembre 2012, 18:55

Complimenti per il pieno recupero di questo gioiello :mrgreen:
Grazie per la prova di scrittura: è molto utile. Mi conferma che, per i miei gusti, sulla Visconti è perfetto l'EF :D (magari per un prossimo acquisto)
Saluti
Raffaele

Avatar utente
farfilo
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 14:26
La mia penna preferita: eh... va a periodi.
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal Blue
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 045
Località: Milano

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da farfilo » sabato 8 dicembre 2012, 19:33

Tiberio G ha scritto:Scrive proprio bene, però quel rosso sangue fresco non è adatto alla penna, ci vuole un bel Diamine Majestic blue: più intonato alla meravigliosa celluloide.
Vedremo di rimediare ;)

tommy tommy
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 24
Iscritto il: mercoledì 28 novembre 2012, 11:12
La mia penna preferita: Aurora 88 Big
Il mio inchiostro preferito: Dipende dalla pena che uso
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Gorgonzola (Mi)

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da tommy tommy » lunedì 10 dicembre 2012, 0:25

Che bella penna, davvero complimenti. :D
Ps: il disegno è fantastico, complimenti anche per quello :D

Avatar utente
sampei
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 201
Iscritto il: giovedì 8 marzo 2012, 13:26
La mia penna preferita: Stipula Vedo
Il mio inchiostro preferito: Waterman Florida Blue
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 036
Arte Italiana FP.IT M: 083
Località: Koper-Capodistria, Slovenia (vicino a Trieste)
Contatta:

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da sampei » mercoledì 19 marzo 2014, 12:43

Sono un nuovo felice possessore di una WS LTD Burgundy che ho inchiostrata con Yama Budo - perfezione allo stato puro! A me piace pure la clip e anche la mia non e perfettamente allineata (capuccio - fusto).
Il pennino scorrevolissimo e un "M" che pare una doppia B! :D

Qualcuno sa, se la bimba si puo svuotare totalmente con la siringa? Oppure bisogna scriverci finche non resta piu inchiostro?
E poi, quando la lavi ci rimane sempre un po di acqua dentro, come me ne sbarazzo?

Avatar utente
dante
Mastro
Mastro
Messaggi: 103
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2011, 20:02

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da dante » mercoledì 19 marzo 2014, 13:06

sampei ha scritto:Sono un nuovo felice possessore di una WS LTD Burgundy che ho inchiostrata con Yama Budo - perfezione allo stato puro! A me piace pure la clip e anche la mia non e perfettamente allineata (capuccio - fusto).
Il pennino scorrevolissimo e un "M" che pare una doppia B! :D

Qualcuno sa, se la bimba si puo svuotare totalmente con la siringa? Oppure bisogna scriverci finche non resta piu inchiostro?
E poi, quando la lavi ci rimane sempre un po di acqua dentro, come me ne sbarazzo?
Con il doppio serbatoio puoi tranquillamente svuotare la penna, rimarrà solo una piccola goccia del serbatoio piccolo.
Se la goccia di acqua ti da noia per motivi estetici puoi rimuovere il pennino e asciugarla con un cotton fioc, cosa che io sconsiglio perché si rischia di rovinare il pennino o disallinearlo.
Una goccia di acqua in una penna fa...bene !
un po di umidità nella celluloide è salutare ma in qualsiasi penna è meglio perché evita che le guarnizioni secchino.
Quindi non trovo motivi che non siano estetici per rimuoverla

Avatar utente
sampei
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 201
Iscritto il: giovedì 8 marzo 2012, 13:26
La mia penna preferita: Stipula Vedo
Il mio inchiostro preferito: Waterman Florida Blue
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 036
Arte Italiana FP.IT M: 083
Località: Koper-Capodistria, Slovenia (vicino a Trieste)
Contatta:

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da sampei » mercoledì 19 marzo 2014, 14:35

Grazie Dante!

No non mi secca per estetica ma poi quando la riempio questa acqua non diluisce l`inchiostro cambiandoli colore?

Avatar utente
dante
Mastro
Mastro
Messaggi: 103
Iscritto il: lunedì 9 maggio 2011, 20:02

Visconti Wall Street LE: storia di un'adozione.

Messaggio da dante » mercoledì 19 marzo 2014, 15:14

Figurati ! nemmeno con uno spettrografo vedresti il cambiamento !
Io non ho mai fatto il calcolo ma una goccia su 5 5ml è insignificante !

Rispondi