Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
demogorgone
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 164
Iscritto il: mercoledì 29 marzo 2017, 9:15
La mia penna preferita: La sto cercando
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Senigallia
Sesso:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da demogorgone » sabato 12 ottobre 2019, 9:06

Io mi metto nel girone degli sporcaccioni. Non lavo quasi mai niente. Anzi addirittura mi diverto a cambiare inchiostro e vedere come il colore cambia gradualmente. (E con questo sarò radiato a vita dal forum). Ciao a tutti!

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1611
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da HoodedNib » sabato 12 ottobre 2019, 10:39

demogorgone ha scritto:
sabato 12 ottobre 2019, 9:06
Io mi metto nel girone degli sporcaccioni. Non lavo quasi mai niente. Anzi addirittura mi diverto a cambiare inchiostro e vedere come il colore cambia gradualmente. (E con questo sarò radiato a vita dal forum). Ciao a tutti!
Naaa questo giochetto lo faccio anche io di solito con le penne a cartucce (in questo momento solo con la Kaweco sport)
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Gargaros
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 312
Iscritto il: giovedì 6 dicembre 2018, 3:54
La mia penna preferita: P.Plasir (dopo cambio pennino)
Il mio inchiostro preferito: Al gusto fragola!
Misura preferita del pennino: Extra Fine

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da Gargaros » sabato 12 ottobre 2019, 13:12

Phormula ha scritto:
venerdì 11 ottobre 2019, 10:02
Il rischio è trovarsi una penna che trafila inchiostro.
Sì sì, è una conseguenza della perdita di aderenza tra le parti.

Invernomuto
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 128
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2019, 12:58

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da Invernomuto » sabato 12 ottobre 2019, 13:42

Ottorino ha scritto:
venerdì 11 ottobre 2019, 15:58
Ho comunque visto penne di "esseri normali" mai lavate per anni, che dal lavaggio hanno tratto giovamento.
"esseri normali" :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3230
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da Phormula » sabato 12 ottobre 2019, 17:52

Gargaros ha scritto:
sabato 12 ottobre 2019, 13:12
Phormula ha scritto:
venerdì 11 ottobre 2019, 10:02
Il rischio è trovarsi una penna che trafila inchiostro.
Sì sì, è una conseguenza della perdita di aderenza tra le parti.
Non solo, si rischia di deformare il pennino o l'alimentatore.
La vecchia regola del "se funziona, non toccarlo", è sempre valida.

Anch'io ho la mia fida Schneider Base residente in ufficio che digerisce cartucce di marche e a volte colori diversi senza un lavaggio intermedio e senza fare una piega.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

subottini
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 353
Iscritto il: sabato 12 marzo 2016, 11:35
La mia penna preferita: Sailor Pro Gear Large
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Slovacchia
Sesso:

Quando ricaricate, lavate la penna?

Messaggio da subottini » domenica 13 ottobre 2019, 17:46

Ciao a tutti.
Un dubbio: imnaginate di avere una penna a stantuffo e una a converter.
Avete terminato l'inchiostro e volete ricaricare con lo stesso finora utilizzato. Ad esempio: avete una Pelikan a stantuffo e una Pilot a converter. Per entrambe avete usato Aurora nero: io ho l'abitudine di lavare le penne comunque, come dovessi cambiare inchiostro . Parliamo di ricariche che avvengono dopo un paio di mesi a far data dall'ultima.
Faccio bene o potrei anche evitare, ricaricando subito senza prima lavare la penna?
Voi come fate?

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1611
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Quando ricaricate, lavate la penna?

Messaggio da HoodedNib » domenica 13 ottobre 2019, 19:47

subottini ha scritto:
domenica 13 ottobre 2019, 17:46
Ciao a tutti.
Un dubbio: imnaginate di avere una penna a stantuffo e una a converter.
Avete terminato l'inchiostro e volete ricaricare con lo stesso finora utilizzato. Ad esempio: avete una Pelikan a stantuffo e una Pilot a converter. Per entrambe avete usato Aurora nero: io ho l'abitudine di lavare le penne comunque, come dovessi cambiare inchiostro . Parliamo di ricariche che avvengono dopo un paio di mesi a far data dall'ultima.
Faccio bene o potrei anche evitare, ricaricando subito senza prima lavare la penna?
Voi come fate?
Se non hai inchiostri particolarmente problematici direi che puoi anche fare direttamente, ti sto dicendo questo solo perche' hai specificato che passano un paio di mesi dall'ultima carica (quindi immagino periodi di poco o nessun uso) e quindi dipende che inchiostro hai per le mani (ad esempio il Baystate blue) puo' seccare.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

subottini
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 353
Iscritto il: sabato 12 marzo 2016, 11:35
La mia penna preferita: Sailor Pro Gear Large
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Slovacchia
Sesso:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da subottini » domenica 13 ottobre 2019, 23:00

Oops, non mi ero accorto che c'era già una domanda simile alla mia. Ringrazio comunque HoodedNib per la risposta.

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11070
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Quando ricaricate, lavate la penna?

Messaggio da piccardi » lunedì 14 ottobre 2019, 10:57

subottini ha scritto:
domenica 13 ottobre 2019, 17:46
Voi come fate?
L'unica precauzione che può aver senso è dare una sciacquata alla punta della penna per evitare di trasferire residui alla boccetta di inchiostro, ma io normalmente non lo faccio, e finora non ho mai avuto problemi (ma in genere una volta iniziata una boccetta di inchistro, tendo a finirla il prima possibile).

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

subottini
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 353
Iscritto il: sabato 12 marzo 2016, 11:35
La mia penna preferita: Sailor Pro Gear Large
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Slovacchia
Sesso:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da subottini » lunedì 14 ottobre 2019, 11:14

Grazie Simone.

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3230
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Quando ricaricate, lavate la penna?

Messaggio da Phormula » lunedì 14 ottobre 2019, 11:57

piccardi ha scritto:
lunedì 14 ottobre 2019, 10:57
L'unica precauzione che può aver senso è dare una sciacquata alla punta della penna per evitare di trasferire residui alla boccetta di inchiostro, ma io normalmente non lo faccio, e finora non ho mai avuto problemi (ma in genere una volta iniziata una boccetta di inchistro, tendo a finirla il prima possibile).
Concordo, io lo faccio sistematicamente, in pratica metto la punta della penna sotto un getto di acqua corrente per qualche secondo prima di immergerla nel calamaio. In questo modo rimuovo residui di sporcizia, tracce di inchiostro secco e tutto quello che, caricandola, potrebbe contaminare l'inchiostro nel calamaio o essere aspirato nell'alimentatore. A differenza di Simone, io ho inchiostri che consumo molto rapidamente, e altri che mi durano più a lungo perché ne faccio un uso limitato.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Avatar utente
analogico
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 979
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da analogico » lunedì 14 ottobre 2019, 12:45

Io adotto una sola precauzione imprescindibile: stare alla larga da inchiostri che abbiano anche la minima possibilità di creare problemi, quindi ferrogallici, inchiostri con i brillantini luccicanti, con il profumo dentro, permanenti, subacquei, bullet proof etc.
Tanto, non dovendo firmare accordi di pace tra paesi belligeranti, non sono preoccupato dell'esistenza in vita dei miei scritti nei secoli a venire.
Se leggo che qualcuno (che abbia una certa competenza in materia) ha avuto problemi con un determinato inchiostro, evito di usarlo.
Ciò detto, i lavaggi delle penne che ho in uso sono del tutto sporadici, non rispetto alcun protocollo, ogni tanto , quando mi ricordo, prima di andare a letto metto la punta a bagno in mezzo bicchiere d'acqua e la mattina dopo ricarico o ripongo, dipende dai casi.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

VincenzoDG
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 66
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 22:14

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da VincenzoDG » martedì 15 ottobre 2019, 10:05

Avendo più penne, come penso molti di noi, le uso in modo alternata a periodi.

Significa che per un mese o due ne utilizzo una, poi passo a un’altra e così via.

Quando nell’arco del mese o due di utilizzo sinceramente, se non cambio inchiostro, non la lavo.

Quando la metto a riposo, o se decido di cambiare inchiostro, la lavo sino a che l’acqua di lavaggio non mostra assenza di colore.

Quindi l’asciugo e la ripongo.

E avanti un’altra!

Vinz
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 23
Iscritto il: venerdì 27 settembre 2019, 12:04
La mia penna preferita: Aurora duo cart, Pelikan mk60
Il mio inchiostro preferito: Aurora
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Castellammare del Golfo
Contatta:

Lavaggio penne, ogni quanto lo fate?

Messaggio da Vinz » martedì 15 ottobre 2019, 10:54

Mi associo anch'io a questo modo di operare di VincenzoDG, oltretutto cerco di evitare il più possibile di smontare e rimontare pennini ed alimentatori, per evitare rotture o che questi acquisiscano tolleranze di accoppiamento tali da provocare perdite.

Avatar utente
vito72
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 965
Iscritto il: giovedì 21 febbraio 2013, 15:16
La mia penna preferita: Pelikan M205
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Potenza
Sesso:
Contatta:

Quando ricaricate, lavate la penna?

Messaggio da vito72 » martedì 15 ottobre 2019, 15:21

Phormula ha scritto:
lunedì 14 ottobre 2019, 11:57
piccardi ha scritto:
lunedì 14 ottobre 2019, 10:57
L'unica precauzione che può aver senso è dare una sciacquata alla punta della penna per evitare di trasferire residui alla boccetta di inchiostro, ma io normalmente non lo faccio, e finora non ho mai avuto problemi (ma in genere una volta iniziata una boccetta di inchistro, tendo a finirla il prima possibile).
Concordo, io lo faccio sistematicamente, in pratica metto la punta della penna sotto un getto di acqua corrente per qualche secondo prima di immergerla nel calamaio. In questo modo rimuovo residui di sporcizia, tracce di inchiostro secco e tutto quello che, caricandola, potrebbe contaminare l'inchiostro nel calamaio o essere aspirato nell'alimentatore. A differenza di Simone, io ho inchiostri che consumo molto rapidamente, e altri che mi durano più a lungo perché ne faccio un uso limitato.
Ultimamente scrivo meno e non consumo un calamaio intero da tanto, ma comunque ho mutuato anche io questa abitudine da Phormula, infatti non è la prima volta che lo scrive anzi io l'ho letto molte volte, di sciacquare tutto il gruppo scrittura prima di immergerlo nella boccetta, alla fine ha un senso, invisibili detriti di inchiostro secco, grasso della pelle, polvere, contaminerebbero il prodotto, meglio evitare...

Rispondi