Un capolavoro: Aurora 88

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1639
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da A Casirati »

Immagine

Va bene, va bene: dato che il nostro bellissimo Forum non propone una recensione dell'Aurora 88 "Nizzoli", provo ad offrirvene una, anche se con una certa trepidazione data l'importanza del modello, e ben sapendo che questa stilografica meriterebbe uno scritto a firma di ben altri esperti.

Comincio con una premessa che mi sembra doverosa: vi sono alcune peculiarità dell’italianità che, pur riconosciute a livello mondiale, non sono abbastanza valutate in Patria, quasi come se, trattandosi di noi, automaticamente la cosa perdesse di valore. Dovremmo invece andarne orgogliosi.
Un momento, direte voi: cosa ha a che fare tutto questo con quanto stai per proporci?
Immagine
L’Aurora 88 si distingue da tante, moltissime altre stilografiche non per le sue caratteristiche estetiche, né per i materiali o l’indubbia qualità costruttiva, comunque davvero ottima. Si distingue soprattutto per l’ingenierizzazione, per la progettazione originale e per l’eccellente realizzazione.
Sono sempre stato impressionato dal numero di parti che compongono questa bella stilografica: se ne contano almeno 25, se non vado errato, contro una media di 10 per le stilografiche con alimentazione a levetta, pulsante di fondo o a depressione e contro una media di 15 per le stilografiche con alimentazione a stantuffo. Si tratta dunque d’una penna complessa dal punto di vista costruttivo, ma ottimamente realizzata, tanto che, a differenza di tante contemporanee anche molto più famose, era completamente smontabile, in tal modo favorendo al massimo una manutenzione corretta e completa. In estrema sintesi, si tratta d’una stilografica eccezionale, frutto dell’ingegno dei progettisti di Aurora e del designer Marcello Nizzoli, che riuscì a conferirle un’estetica in linea con il gusto del tempo ma anche molto classica, tanto da mantenersi attuale anche oggi.
Immagine
Ecco dunque la risposta alla vostra domanda: l’Aurora 88 Nizzoli è senza dubbio una delle migliori stilografiche d’ogni tempo, tutto considerato, anche se, perdonate la nota un poco polemica, mi sembra che non sia apprezzata adeguatamente: s’arriva a pagare anche di più per prodotti d’oltre oceano, ben meno sofisticati tecnicamente e senza dubbio non più belli od eleganti.
Immagine
Ma torniamo alla stilografica. La forma a sigaro, classica sin da quando Sheaffer’S introdusse la famosa Balance, non è mai passata di moda ed il cappuccio millerighe con placcatura a 18 carati le dona un tocco d’eleganza in più. Molto bella anche la clip, la cui finitura lucida contrasta piacevolmente con l’effetto opaco creato dalla lavorazione mille righe del cappuccio, che, dotato di un foro d’aereazione nascosto dalla clip, s’inserisce a pressione sul fusto.
L’esemplare che vi mostro fu prodotto per un’azienda, la “P.A.S.”, della quale purtroppo non ho potuto reperire alcuna informazione, anche se il logo suggerisce un’impresa che operava nell’ambito cinematografico.
Ecco le dimensioni principali della penna:
- Lunghezza chiusa: 139 mm
- Lunghezza aperta: 127,5 mm
- Lunghezza aperta con il cappuccio calzato: 147 mm
- Lunghezza del cappuccio: 67 mm
- Lunghezza della sezione: 28 mm
- Diametro massimo del corpo: 11,5 mm
- Diametro medio della sezione: 10,4 mm
- Diametro massimo del cappuccio: 12,2 mm
ImmagineImmagine
Mentre la sezione, in ebanite, pur ancora lucida , è parzialmente virata, il fondello, nel medesimo materiale ma non maneggiato altrettanto spesso, s’è mantenuto ben nero ed ha ancora il tappino a copertura della vite di fissaggio. Il fatto che il tappino non riporti alcun “codice colore”, fa pensare che questa 88 sia stata prodotta dopo il 1949.
Ben visibile la finestrella rigata, per la verifica del livello d’inchiostro, ed ancora molto ben leggibile il numero di matricola: 1671511. Il pennino d’oro a 14 carati è ben molleggiato, anche se non flessibile, ed il flusso d’inchiostro è generoso, anche quando si usa il Pelikan 4001 nero, notoriamente poco tensioattivo.
Immagine
Un piccolo aneddoto relativo a questa penna, che dimostra l’elevato livello qualitativo dell’Aurora 88: senza smontarla, dato che lo stantuffo suggeriva, allo scorrimento a vuoto, d’esercitare ancora una buona compressione, ho provato a caricare questa penna, che ha subito cominciato a scrivere senza incertezze né difetti; risultato eccezionale, tenendo conto che con tutta probabilità, non veniva utilizzata da decine d’anni.
Dopo qualche pagina, però, il flusso tendeva ad arrestarsi, il che mi ha convinto a smontare la sezione, anche per allineare un po’ meglio i rebbi, la cui posizione risentiva della mano del precedente proprietario, diversa ovviamente dalla mia. Bene: al lavaggio, la penna ha rilasciato una grande quantità d’inchiostro blu, evidentemente seccatosi in precedenza. Ciononostante, scriveva…
Va da sé che, una volta effettuata la pulizia, la scrittura non ha più denunciato alcun difetto.
Immagine
Nonostante la sua convessità, la sezione s’impugna molto confortevolmente e non stanca. Il pennino è scorrevole, anche se non burroso, con un buon effetto di “ritorno” che dà la sensazione di controllare molto bene il tratto. La penna è molto ben bilanciata e la scrittura a cappuccio non calzato (che prediligo) si mantiene comunque equilibrata.

Non posso concludere che confermando che si tratta d’una stilografica davvero ottima, in grado di dare moltissime soddisfazioni e d’accompagnare il proprio possessore per tantissimi anni, facendogli sempre fare una bella figura.
L’ho adottata come una delle mie penne standard.
Ultima modifica di A Casirati il sabato 21 marzo 2020, 23:59, modificato 5 volte in totale.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"
nacanco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 305
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da nacanco »

Grazie, Alberto.
Ho letto con grande piacere il tuo articolo: scorre molto bene, come l'Aurora 88, e anche le fotografie sono molto belle.
Ti ringrazio per avermi distratto e impegnato in una interessante lettura.
Buona serata.
Michele
Avatar utente
analogico
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1084
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da analogico »

Grande 88, un vero classico senza tempo, per me resta la numero 1 !

Ottima recensione, grazie.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )
Avatar utente
Tribbo
Levetta
Levetta
Messaggi: 651
Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2019, 15:37
La mia penna preferita: Pelikan M200 Grey Marbled
Il mio inchiostro preferito: Waterman Serenity Blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da Tribbo »

Grazie Alberto della bellissima recensione, che ho seguito tenendo in mano ed osservando con nuovi occhi la mia 88 nella versione col tappo in Nikargenta
Confermo che la sensazione che trasmette “a pelle “ questa splendida stilografica e’ estremamente gradevole, tanto che spesso mi trovo a prenderla solo per girarmela un poco tra le mani per poi riporla nel raccoglitore

Paolo
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3059
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da francoiacc »

Come non elogiare "la penna", il capolavoro italiano di design e tecnica in assoluto. Un mesetto fa ho trovato una 88 Nizzoli al mercatino in condizioni disastrate, un vero rottame, le ho dato una bella lavata, sistemato le guarnizioni, sostituito il cappuccio con uno in condizioni migliori donatomi dal buon Max e per finire una bella lucidata, ora scrive perfettamente. Sono davvero penne costruite per durare in eterno.
Grazie per la bellissima recensione.
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1639
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da A Casirati »

Grazie a tutti per le parole gentili.
Ho modificato la recensione aggiungendo le misure principali.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"
Avatar utente
balthazar
Levetta
Levetta
Messaggi: 601
Iscritto il: giovedì 28 febbraio 2019, 19:20
Località: Foggia

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da balthazar »

:clap: Un bell'omaggio a questa icona della nostra passione e del gusto e della tecnica italiani. Grazie.
Avatar utente
rbocchuzz
Levetta
Levetta
Messaggi: 555
Iscritto il: venerdì 14 settembre 2012, 14:50
La mia penna preferita: La prossima che comprerò
Il mio inchiostro preferito: Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it ℵ: 134
Fp.it 霊気: 029
Località: Avellino
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da rbocchuzz »

Credo di ricordare sia stata la terza vintage, da me acquistata, cosa che mi porta a pensare a ogni suo possessore come un amico.
Grazie per la recensione.
Rinaldo

In Spagna, un sigaro dato e ricevuto stabilisce rapporti di ospitalità come in Oriente la condivisione del pane e del sale.
(P. Mérimée; "Carmen")
Lamy
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 847
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:36
La mia penna preferita: Pilot MR
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Royal Blue \ Lamy Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da Lamy »

Ottima recensione di un autentico capolavoro italiano. Un esemplare in condizioni pari al nuovo ha tutti il diritto di essere considerato la penna perfetta, e ciò vale per tutte le 88 vintage, dalla 88 prima serie sino alle 88P.
gionni
Levetta
Levetta
Messaggi: 594
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da gionni »

Sono anch'io un convinto estimatore di questa penna. Proprio una 88K ha risvegliato in me l'interesse e poi la passione per le stilografiche. Quella 88K, penna di famiglia, dopo essere stata ripristinata seguendo i tutorial del forum, scrive ancora come se fosse nuova.
Anche dopo avere visto e usato molte altre penne, ogni volta che riprendo in mano l'88 (ne ho diverse), provo una sensazione di solidità e comodità che difficilmente si prova con le altre penne. E' una bella penna che si fa ammirare anche oggi, sicuramente sottostimata e giustamente ben considerata dagli appassionati di stilografiche.
Ciao. Gionni
aferrarini
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 188
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da aferrarini »

Bellissima penna, la 88 è stata la mia prima vintage. Purtroppo all'epoca ero ancora un po' acerbo di stilografiche e le preferivo penne "moderne". L'ho venduta quasi subito, con mio rammarico, ma mi riprometto di acquistarne un'altra in futuro.
Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1639
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da A Casirati »

Grazie al Gran Maestro, ho potuto recuperare un cappuccio ed un pennino per Aurora 88, che mi hanno consentito di completare una penna della quale avevo ricevuto solo corpo e sezione.
Vi offro un paio di particolari:
Aurora 88 - marchio.JPG
Aurora 88 - serial 753254 .JPG
Nikargenta .JPG
La penna scrive molto bene, come da tradizione Aurora.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"
Avatar utente
solstizio71
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 117
Iscritto il: venerdì 22 giugno 2018, 17:34
La mia penna preferita: Sheaffer PFM
Il mio inchiostro preferito: Diamine Oxblood
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Nocera Inferiore
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da solstizio71 »

Belle recensione davvero. Ho la mia 88 Nizzoli sempre a portata di mano come penna di tutti i giorni. La bontà della penna mi ha portato ad acquistare, nel tempo, anche la 88k e la 88P.
Spiller84
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 842
Iscritto il: mercoledì 28 novembre 2018, 23:38
Località: Isernia
Sesso:

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da Spiller84 »

Trovo anche io che la 88 Nizzoli sia una penna ottimamente riuscita. Le due che ho, una 88 e una 88P sono confortevoli, scrivono bene, e fanno anche la loro figura, eleganti ma non appariscenti. Ho un debole per le parti dorate, quindi non ho (ancora?) una 88 Nickargenta. Ma la trovo molto bella in tutte le sue declinazioni, che siano K oppure P. E naturalmente, complimenti per la recensione
Romeocasuso
Converter
Converter
Messaggi: 10
Iscritto il: martedì 10 dicembre 2019, 14:39

Un capolavoro: Aurora 88

Messaggio da Romeocasuso »

Vorrei fare una domanda:
Anch'io ho un'Aurora 88, vorrei sapere come funziona il registro per regolare il flusso (svitando il pennino dal corpo):
Bisogna avvitare o svitare per smagrire o aumentare il flusso?
Rispondi

Torna a “Recensioni”