Parker Vacumatic restauro

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Salve a tutti. Ecco una Parker Vacumatic (made in Canada) presa in un negozio di anticaglie. Ovviamente è necessario sostituire il gommino della pompetta (il cui relitto dovrebbe essere un grumo macchia scura che intravedo controluce a metà serbatoio). Ho letto la tecnica per smontare la pompetta sul wiki, non so se avrò il coraggio di procedere: dado di metallo contro la filettatura mi sembra un po’ rischioso, una pressione eccessiva e si rompe. Se provassi, previo riscaldamento, a svitarlo afferrandolo con le dita o stringendolo fra due gomme come quelle per cancellare? Beh, direte, “prova!” Vabbè, era per avere un incoraggiamento. Già che ci sono: modello e anno? Junior, 1946?
Allegati
E7102844-BE39-4CA3-820F-2D79EDB64F41.jpeg
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Avatar utente
LucaC
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1358
Iscritto il: venerdì 6 febbraio 2015, 10:38
La mia penna preferita: Montblanc 149 Masterpiece
Il mio inchiostro preferito: Private Reserve Electric Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 114
Località: Bergamo
Sesso:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da LucaC »

Puoi provare come suggerisci tu, ogni tanto questi filetti sono morbidi ma altre volte ti fanno veramente dannare e bisogna stare attenti a non rovinare la filettatura. Ricorda che ti devi procurare un gommino apposito per la Parker vacumatic, ci sono parecchi tutorial su come procedere.
Avatar utente
Giorgio1955
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 909
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Giorgio1955 »

Sembrerebbe una junior black laminated. Se è made in Canada è databile 1942 (introduzione del caricamento wartime)-1953 (cessazione della produzione in Canada). Che dice l'imprint sul fusto?
Giorgio
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Il sacchetto di ricambio ce l’ho, preso dall’ottimo Ottorino mesi e mesi fa quando dovetti restaurare una 51 Vacumatic. L’incisione sul fusto recita: “Parker Vacumatic Made in Canada Pat.No 8 318982 REG. T.M.S. Metto una foto un po’ modificata per esaltare la scritta
Allegati
5EA95479-12EE-4503-BB05-07EC73E514D9.jpeg
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Avatar utente
Giorgio1955
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 909
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Giorgio1955 »

L’ 8 all’estrema destra identifica l’anno quindi 1948 verso la fine dato che non vedo puntini, secondo la nota datazione.
Giorgio
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Molte grazie!
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 12582
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da piccardi »

Tullio ha scritto: sabato 27 febbraio 2021, 9:59 Se provassi, previo riscaldamento, a svitarlo afferrandolo con le dita o stringendolo fra due gomme come quelle per cancellare?
Rischi comunque di premere sulla filettatura e danneggiarla. Col dado (ovviamente se ci metti quello della dimensione giusta) il rischio è assente (la pressione è uniforme su tutta la superficie, non sulla punta dei filetti).

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

sì infatti ci ho pensato. Fosse bastata una pressione leggera avrei insistito ma ho provato e non cede, quindi aspetto lunedì per comprare il dado (5/16 ?)
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

La pompetta oppone strenua resistenza all'azione svitatoria. Il risultato che ottengo con il phon è solo quello di scaldarmi le dita. Il dado ancora non l'ho trovato (ho trovato un 5/16 - come suggerito dal wiki - ma con pochi giri di filettatura). Però mi chiedevo: se quello che conta è la diffusione del calore all'interno, questo richiede tempo e c'è il rischio che la parete superficiale si scaldi troppo e si deformi. Allora non sarebbe meglio immergere il fondello con la pompetta in acqua alla temperatura adeguata? Così potrebbe stare tutto il tempo necessario a far penetrare il calore all'interno senza che la temperatura esterna aumenti. Se è corretto, qual è la temperatura giusta?
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Avatar utente
Linos
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 914
Iscritto il: sabato 12 agosto 2017, 9:48
La mia penna preferita: Aurora 88 (Nizzoli)
Sesso:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Linos »

Tullio ha scritto: lunedì 1 marzo 2021, 12:15 La pompetta oppone strenua resistenza all'azione svitatoria. Il risultato che ottengo con il phon è solo quello di scaldarmi le dita. Il dado ancora non l'ho trovato (ho trovato un 5/16 - come suggerito dal wiki - ma con pochi giri di filettatura). Però mi chiedevo: se quello che conta è la diffusione del calore all'interno, questo richiede tempo e c'è il rischio che la parete superficiale si scaldi troppo e si deformi. Allora non sarebbe meglio immergere il fondello con la pompetta in acqua alla temperatura adeguata? Così potrebbe stare tutto il tempo necessario a far penetrare il calore all'interno senza che la temperatura esterna aumenti. Se è corretto, qual è la temperatura giusta?
Posso suggerirti un metodo ma da assumersi qualche rischio, con me ha funzionato quattro volte su quattro, non ho fotografie in merito ma servono per chiarire posso simulare.
Dopo un buon ammollo in acqua tiepida/calda, non caldissima, avvolgi un pezzetto di camera d'aria sul filetto, prendi una molletta da bucato possibilmente quelle vecchie di legno, la chiudi con la parte incava sulla camera d'aria, stringi forte la mollette e provi a svitare, se non imprimi troppa forza prendi una pinza e stringi molletta e ovviamente la gomma, a quel punto si svita, chiaramente questo è il passaggio a rischio, ci vuole buon senso e misura. :D
PS è probabile che vada bene anche una molletta di plastica
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 12582
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da piccardi »

Tullio ha scritto: lunedì 1 marzo 2021, 12:15 La pompetta oppone strenua resistenza all'azione svitatoria. Il risultato che ottengo con il phon è solo quello di scaldarmi le dita. Il dado ancora non l'ho trovato (ho trovato un 5/16 - come suggerito dal wiki - ma con pochi giri di filettatura).
Non ti dimenticare prima di tutto questo attrezzo fondamentale.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Il dado con la filettatura adatta non si trova. Un negozio specializzato in viti e bulloni dice che forse ci vuole un dado Withworth inusuale introvabile. Anche su internet non l’ho trovato ma ho visto qui dove procurarmelo https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=12&t=15770). Ma mentre mi arrovellavo su come fare e se procedere all'ordine di un dadino fuori UE mi è comparsa davanti agli occhi l’immagine di un vecchio mandrino rotto per trapanino che avevo da parte. Ho provato la filettatura sulla penna e voilá! Matrimonio perfetto! Un paio di orette di seghetto e lima a ferro (pensando al conte di Montecristo) ed ecco in foto il risultato, il prima e il dopo. Magari fa comodo saperlo a qualcun altro che avesse il mio stesso problema.
Allegati
81C95065-208B-46F7-A8A3-DBE004A976D4.jpeg
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 9274
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Ottorino »

Bene che sia andata in fondo. In futuro lascia perdere l' acqua alla giusta temperatura. Quasi sicuro lo sbiancamento non recuperabile della celluloide.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Ta-da! Gli strumenti e il risultato. Tutto secondo le istruzioni del wiki.
Allegati
4CF4CC31-4392-43BC-9EEA-8694EAECBF72.jpeg
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Tullio
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 249
Iscritto il: martedì 3 settembre 2019, 13:00
La mia penna preferita: Platinum #3776
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Firenze

Parker Vacumatic restauro

Messaggio da Tullio »

Ed eccola di nuovo al lavoro
Allegati
C89EAC19-3364-47B4-9BB9-F1285AF1F3E9.jpeg
Mi oppongo all’aumento dell’entropia collezionando
Rispondi

Torna a “Tecnica e riparazioni”