DP2 Sport: una moderna traveller

Note storiche sulle penne stilografiche e sui loro produttori. Aneddoti e curiosità.
maicol69
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 480
Iscritto il: lunedì 17 febbraio 2014, 15:31
La mia penna preferita: PELIKAN 800 BLU OCEAN
Il mio inchiostro preferito: pilot iroshizuku KON PEKI
Misura preferita del pennino: Medio
Località: BOLOGNA
Gender:

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da maicol69 »

Estremamente interessante, grazie per la condivisione
Bellissima penna, bellissima confezione e packaging, considerata l’epoca, recensione pregevole
Davvero una chicca
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2571
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Bleu Sérénité
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Gender:

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da Musicus »

Tutto molto interessante e ben documentato, Francesco! :clap:
Grazie per il prezioso contributo.:thumbup:

Sul sistema di caricamento a cartuccia "in generale" vorrei sottolineare che il problema tecnico è nella sigillatura, per evitare che l'inchiostro fuoriesca liberamente dalla cartuccia nel corpo penna (oltre che nel conduttore). Le cartucce di vetro Waterman/JiF (Paris) lanciate nel 1936, primo vero progetto industriale su larga scala, erano trattenute in sede da una molla (sul fondo) e da una guaina (collarino) in caucciù che avvolgeva l'imboccatura della cartuccia di vetro (collarino a lungo andare deperibile, come ho finalmente capito dopo averne prese 7... :lol: ).
Con le cartucce in plastica degli anni Cinquanta, invece, la guarnizione sigillante si trasferì dalla penna alla cartuccia stessa, con il corpo (e quindi anche l'imboccatura) realizzato in plastica "morbida/avvolgente"...
Domanda: questa tua DP2 usa una cartuccia in un "blocco unico" oppure assemblato sull'imboccatura vi è un elemento in materiale diverso come guarnizione (come potrebbe sembrare da questa foto)?
IMG_7941 imboccatura.JPG
Perché questo ne farebbe un "ibrido" tra i due tipi di cartucce (tutto vetro e tutta plastica).

:wave:

Giorgio
PierPan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 174
Iscritto il: domenica 29 novembre 2020, 18:57
La mia penna preferita: Waterman Edson
Il mio inchiostro preferito: aurora nero- blue
Misura preferita del pennino: Fine

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da PierPan »

Bellissima penna e bella presentazione.
Complimenti!!
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4198
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Gender:

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da francoiacc »

maicol69 ha scritto: domenica 15 maggio 2022, 16:25 Estremamente interessante, grazie per la condivisione
Bellissima penna, bellissima confezione e packaging, considerata l’epoca, recensione pregevole
Davvero una chicca
E' sempre un piacere condividere questi ritrovamenti... grazie mille :thumbup: :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4198
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Gender:

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da francoiacc »

PierPan ha scritto: domenica 15 maggio 2022, 20:37 Bellissima penna e bella presentazione.
Complimenti!!
Grazie mille, e si e' una bella penna (detto da chi non ama i pennini carenati!) :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Avatar utente
francoiacc
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4198
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Gender:

DP2 Sport: una moderna traveller

Messaggio da francoiacc »

Musicus ha scritto: domenica 15 maggio 2022, 19:02 Tutto molto interessante e ben documentato, Francesco! :clap:
Grazie per il prezioso contributo.:thumbup:

Sul sistema di caricamento a cartuccia "in generale" vorrei sottolineare che il problema tecnico è nella sigillatura, per evitare che l'inchiostro fuoriesca liberamente dalla cartuccia nel corpo penna (oltre che nel conduttore). Le cartucce di vetro Waterman/JiF (Paris) lanciate nel 1936, primo vero progetto industriale su larga scala, erano trattenute in sede da una molla (sul fondo) e da una guaina (collarino) in caucciù che avvolgeva l'imboccatura della cartuccia di vetro (collarino a lungo andare deperibile, come ho finalmente capito dopo averne prese 7... :lol: ).
Con le cartucce in plastica degli anni Cinquanta, invece, la guarnizione sigillante si trasferì dalla penna alla cartuccia stessa, con il corpo (e quindi anche l'imboccatura) realizzato in plastica "morbida/avvolgente"...
Domanda: questa tua DP2 usa una cartuccia in un "blocco unico" oppure assemblato sull'imboccatura vi è un elemento in materiale diverso come guarnizione (come potrebbe sembrare da questa foto)?
IMG_7941 imboccatura.JPG
Perché questo ne farebbe un "ibrido" tra i due tipi di cartucce (tutto vetro e tutta plastica).

:wave:

Giorgio
Ciao Giorgio, grazie per i tuoi complimenti, sto cercando di imparare da i maestri del settore!

Riguardo le cartucce, non ho avuto il piacere di mettere le mani sulle prime cartucce in vetro, ma effettivamente come notavi qui abbiamo il primo caso di cartuccia con imbocco in gomma morbida, quello che hai evidenziato e' una parte solidale sulle cartucce e che ne garantisce la tenuta. Quel che ho trovato poco efficace pero' e' la sigillatura. Per quanto non abbia riscontrato alcuna perdita tutto l'inchiostro e' evaporato. E' pur vero che parliamo di un kit di una settantina di anni fa, ma ho recuperato boccette d'inchiostro dell'epoca ancora piene con l'inchiostro usabile. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine
Rispondi

Torna a “Storia e Produttori”