Viviamo in un'epoca

Stili, strumenti e iniziative per migliorare la propria scrittura.
Rispondi
Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 896
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Viviamo in un'epoca

Messaggio da fufluns »

Viviamo in un'epoca.jpg

Inchiostro Graf von Faber Castell Stone Grey, pennino finissimo, celluloide WiIld.
Avatar utente
Bons
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1117
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Solo una? Impossibile...
Il mio inchiostro preferito: Solo uno? E tutti gli altri?
Località: Monti degli abeti rossi

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Bons »

Oppure:
perché l'ignorante non lo offenda.

Tu il tuo posto tra i colti ce l'hai, dato che sei un'autorità a livello mondiale nel tuo campo e non solo. 👨‍🎓

Io non so se mettermi tra i colti, gli incolti, o in un limbo tra i due. 🤔
Per sicurezza, taccio. 🤐

😉
Angelo

"I'm not bad. I'm just drawn that way."
Jessica Rabbit, Who Framed Roger Rabbit

"L’individualità balzana o matta è cosa di pochi, bella, inconvertibile, unica e solitaria."
RiAff
Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 896
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Viviamo in un'epoca

Messaggio da fufluns »

Bons ha scritto: domenica 20 giugno 2021, 19:29 Oppure:
perché l'ignorante non lo offenda.

Tu il tuo posto tra i colti ce l'hai, dato che sei un'autorità a livello mondiale nel tuo campo e non solo. 👨‍🎓

Io non so se mettermi tra i colti, gli incolti, o in un limbo tra i due. 🤔
Per sicurezza, taccio. 🤐

😉
Faccio una distinzione, caro Bons, che sarebbe stato lungo specificare nel breve testo manoscritto.

Distinguo chi non sa dall'ignorante. Tutti - davvero credo non vi siano eccezioni – abbiamo grandi aree del sapere universale che disconosciamo, o delle quali appena abbiamo poco più che un vago intendimento. Questa coscienza, del proprio non sapere, o del sapere insufficiente, é di solito guida perché all'esprimere le nostre opinioni lo facciamo con il dubbio necessario.

Ignorante non é chi é al digiuno di una certa materia, ma colui al quale non interessa e che suole pontificare come se ne conoscesse tutte le nozioni. Poiché, in realtà, non le conosce, supplisce di solito a questa mancanza con aggressività, e al mal intendere diviene permaloso. Cosí chi sa, spesso, e purtroppo, preferisce tacere.

La cultura é, in primo luogo, sensibilità. E per questa ragione l'uomo acculturato sceglie - non sempre a ragione - di non urtare la scarnificata sensibilità altrui.

Quanto al limbo di cui parli, caro amico, siamo tutti lì...
Avatar utente
Automedonte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1799
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2020, 16:33
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Automedonte »

Quanto è vero ciò che scrivi !!
Cesare Augusto
Avatar utente
rolex hunter
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2640
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Viviamo in un'epoca

Messaggio da rolex hunter »

fufluns ha scritto: lunedì 21 giugno 2021, 2:45 [...................CUT................]
Distinguo chi non sa dall'ignorante. Tutti - davvero credo non vi siano eccezioni – abbiamo grandi aree del sapere universale che disconosciamo, o delle quali appena abbiamo poco più che un vago intendimento. Questa coscienza, del proprio non sapere, o del sapere insufficiente, é di solito guida perché all'esprimere le nostre opinioni lo facciamo con il dubbio necessario.

Ignorante non é chi é al digiuno di una certa materia, ma colui al quale non interessa e che suole pontificare come se ne conoscesse tutte le nozioni. Poiché, in realtà, non le conosce, supplisce di solito a questa mancanza con aggressività, e al mal intendere diviene permaloso. Cosí chi sa, spesso, e purtroppo, preferisce tacere.
Effetto (o sindrome di) Dunning-Kruger

Ormai ci si va a sbattere quotidianamente :thumbdown:

Ben ritrovato Bons

Fufluns, anche se non intervengo, i suoi interventi spesso anzi no, sempre, rinfrescano le mie mattinate (dato che spesso leggo solo al mattino.... prima che si scateni la furia della giornata lavorativa)
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)
&...
I don't want to belong to any club that will accept people like me as a member (cit)
Avatar utente
Polemarco
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1131
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Polemarco »

Aggiungerei: mai parlare con un cretino, dopo un po’ non si capisce la differenza e poi ti frega con l’esperienza ...
Avatar utente
Bons
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1117
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Solo una? Impossibile...
Il mio inchiostro preferito: Solo uno? E tutti gli altri?
Località: Monti degli abeti rossi

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Bons »

fufluns ha scritto: lunedì 21 giugno 2021, 2:45
Bons ha scritto: domenica 20 giugno 2021, 19:29 Oppure:
perché l'ignorante non lo offenda.

Tu il tuo posto tra i colti ce l'hai, dato che sei un'autorità a livello mondiale nel tuo campo e non solo. 👨‍🎓

Io non so se mettermi tra i colti, gli incolti, o in un limbo tra i due. 🤔
Per sicurezza, taccio. 🤐

😉
Faccio una distinzione, caro Bons, che sarebbe stato lungo specificare nel breve testo manoscritto.

Distinguo chi non sa dall'ignorante. Tutti - davvero credo non vi siano eccezioni – abbiamo grandi aree del sapere universale che disconosciamo, o delle quali appena abbiamo poco più che un vago intendimento. Questa coscienza, del proprio non sapere, o del sapere insufficiente, é di solito guida perché all'esprimere le nostre opinioni lo facciamo con il dubbio necessario.

Ignorante non é chi é al digiuno di una certa materia, ma colui al quale non interessa e che suole pontificare come se ne conoscesse tutte le nozioni. Poiché, in realtà, non le conosce, supplisce di solito a questa mancanza con aggressività, e al mal intendere diviene permaloso. Cosí chi sa, spesso, e purtroppo, preferisce tacere.

La cultura é, in primo luogo, sensibilità. E per questa ragione l'uomo acculturato sceglie - non sempre a ragione - di non urtare la scarnificata sensibilità altrui.

Quanto al limbo di cui parli, caro amico, siamo tutti lì...
Caro fufluns,
anagrafe e geografia non mi permettono di essere tra i tuoi studenti ma mi piace considerarmi tra i tuoi allievi. 😊

Una delle mie letture preferite è lo Zhuang-zi che inizia così:

Nell'oceano Settentrionale si trova un pesce chiamato Kun, la cui grandezza è di non so quante migliaia di li. Questo pesce si trasforma in un uccello chiamato Peng; il dorso del Peng si estende per non so quante migliaia di li. Allorché l'uccello si leva in volo, le sue ali sono simili alle nuvole del cielo. Nell'epoca della grande marea l'uccello si prepara a partire per l'oceano Meridionale: il "Lago Celeste".
[...]
Quando il Peng si dirige verso l'oceano Meridionale, agita l'acqua per tremila li. Si innalza a spirale, sostenuto da un vento ascendente di novantamila li. Si sposta a giugno, quando soffia il grande vento.
Sono cavalli selvaggi o polveri svolazzanti nell'aria oppure esseri viventi che soffiano gli uni sugli altri?
L'azzurro è il colore naturale del cielo o il semplice riflesso di una distanza infinita? Perché, da lassù, il Peng scorge verso il basso lo stesso colore che scorgiamo qui verso l'alto.
[...]
Se la massa d'aria non è spessa non ha la forza di sostenere grandi ali. Perciò l'uccello deve innalzarsi a un'altezza di novantamila li per avere il vento sotto di sé. Utilizzando la forza del vento, l'azzurro cielo sul dorso, non incontra ostacoli per dirigersi verso il Sud.
Una cicala e un Colombo selvatico deridevano il Peng dicendo: noi ci alziamo in volo di colpo e voliamo per poi posarci su un olmo o su una quercia; a volte cadiamo al suolo prima di esservi giunti. A che vale innalzarsi a novantamila li per poi dirigersi verso il Sud?
[...]
Piccolo sapere non è da paragonare a grande sapere.

(Un li equivale a circa mezzo chilometro)
Angelo

"I'm not bad. I'm just drawn that way."
Jessica Rabbit, Who Framed Roger Rabbit

"L’individualità balzana o matta è cosa di pochi, bella, inconvertibile, unica e solitaria."
RiAff
Avatar utente
Bons
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1117
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Solo una? Impossibile...
Il mio inchiostro preferito: Solo uno? E tutti gli altri?
Località: Monti degli abeti rossi

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Bons »

rolex hunter ha scritto: lunedì 21 giugno 2021, 10:42 Ben ritrovato Bons
:D
Angelo

"I'm not bad. I'm just drawn that way."
Jessica Rabbit, Who Framed Roger Rabbit

"L’individualità balzana o matta è cosa di pochi, bella, inconvertibile, unica e solitaria."
RiAff
Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 9230
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Viviamo in un'epoca

Messaggio da Irishtales »

Ragguardevole pagina, Fufluns, ed è talmente condivisibile il significato, nella sua essenzialità, che quasi riesce a mettere in secondo piano la bella rappresentazione stilistica.
Mi ha ricordato l'Arrighi.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela
Rispondi

Torna a “Calligrafia”