Pagina 1 di 1

Un giudizio da veri esperti

Inviato: mercoledì 25 settembre 2013, 22:43
da juniolucca
Cari amici, vi racconto cosa mi è successo, mi date il vostro parere?

Ho mandato ad aggiustare alcune penne dal Pennaio di Firenze chiedendo di fare alcuni lavori, tra i quali
(1) ripristinare un cappuccio di una Waterman 503 shorthand rimettendo la perlina rossa in cima al cappuccio
(2) rimettere la clip, spezzata, a una Montblanc 642.
Gli altri lavori sono andati abbastanza benino, ma su questi due riguardo cui chiedo il vostro parere ho molti dubbi. E mi spiace averli perché mi pareva di aver capito che il Pennaio è un riparatore serio, assistenza ufficiale Montblanc e tutto il corrimi dietro e poi il titolare appare sulle prime molto gentile a disponibile. Ma credo che al di là della simpatia che posso nutrire per il simpatico toscano e per la sua lunga tradizione quello che interessa di più è capire se ha fatto un lavoro professionale o no, se è stato competente o no, se mi ha aggiustato le penne o le ha impiastricciate.

Caso (1), la mia Waterman 503 shorthand si presentava così:
01_waterman.JPG
01_waterman.JPG (26.07 KiB) Visto 2843 volte
perché quando ero piccolo ho perso la perlina rossa in cima al cappuccio. Ho chiesto di rimettere la perlina, l'ho proprio scritto via mail nella richiesta di preventivo e nell'ordine. Parlavo proprio di rimettere la perlina.
La penna che mi aspettavo mi tornasse indietro si presenta così:
01.2 waterman.png
01.2 waterman.png (92.66 KiB) Visto 2843 volte
La penna che mi è tornata indietro si presentava, purtroppo, così:
02 waterman.png
02 waterman.png (396 KiB) Visto 2843 volte
Ho chiamato e scritto, e Fabio Moricci mi ha detto – e poi anche scritto – che la testina che mi ha montato era una testina originale che aveva levato da un cappuccio apposta per me e ha messo in dubbio che ci fosse mai stata una perlina rossa sul "moncone portante senza alcuna forma di resina" (così mi ha scritto) che gli avevo mandato io. Io ho continuato ad esprimere dubbi e dopo più di un mese di insistenza ho ricevuto prima queste foto:
03 waterman.png
03 waterman.png (228.72 KiB) Visto 2843 volte
04 waterman.png
04 waterman.png (306.7 KiB) Visto 2843 volte
Quando ho fatto presente che questa testina non corrispondeva né alla penna che avevo inviato, né a quella che avevo ricevuto, il Moricci mi ha inviato questa ulteriore foto:
05 waterman.jpeg
05 waterman.jpeg (18.64 KiB) Visto 2843 volte
che però a me non sembra proprio un cappuccio della 503 shorthand.
Cosa ne pensate? come definireste questo lavoro? ha fatto bene a levare il mio moncone originale e a spianarlo sostituendolo con una piattina presa da un cappuccio Waterman come quello che mi ha mandato in foto? il suo è stato un lavoro corretto dal punto di vista filologico? ha rispettato l'aderenza al modello da restaurare? è stato accurato e documentato?

Caso (2), la mia Montblanc 642 si presentava con la clip mancante, solo il moncone dell'anello spezzato. Ho chiesto di sostituire la clip e quello che ho ricevuto si presentava così:
06 montblanc.png
06 montblanc.png (74.72 KiB) Visto 2843 volte
07 montblanc.png
07 montblanc.png (100.56 KiB) Visto 2843 volte
08 montblanc.png
08 montblanc.png (110.33 KiB) Visto 2843 volte
Il colpo sul cappuccio c'era già (e c'è rimasto), non è colpa sua, e la clip, che è quella che mi interessa è di un colore diverso rispetto al resto del cappuccio, l'anello e il cappuccio non si adattano perfettamente e la clip sembra molto rilevata e corta. Guardo un po' in giro se trovo delle foto della 642 e in tutte quelle che vedo la clip non sembra essere come quella che ho ricevuto. In parallelo con le altre lamentele chiedo al Moricci di darmi un'evidenza del fatto che la clip è originale come sostiene e dopo più di un mese e dopo moltissima insistenza da parte mia, Fabio mi manda questa foto presa da internet (presa da internet? mi aspettavo che l'assistenza ufficiale Montblanc avesse altre fonti, la cosa mi ha sorpreso):
09 montblanc.jpg
09 montblanc.jpg (73.85 KiB) Visto 2843 volte
che suffraga ancora di più tutti i miei dubbi. Le clip mi sembrano molto diverse e sulla mia penna mi sembra proprio che stia male. La clip della foto poi ha ai lati due segni di lavorazione garbata che la ingentiliscono e la rendono Montblanc, tant'è che anche sulle attuali è stata mantenuta e che nella clip che il buon Fabio mi ha montato proprio non c'è.
Anche di questo caso cosa ne pensate? il Pennaio mi ha messo una clip originale di cui io ignoro l'esistenza o mi ha messo una clip che più o meno ci stava e poi ha rifiutato di riconoscere un errore? è stato competente e documentato come la sua fama lascia aspettarsi o piuttosto l'ho incrociato io in un momento di somma distrazione?

Riguardo questi casi e riguardo il caso di una OMAS 1930 Gentleman che a mio avviso aveva subito un intervento poco preciso, ho richiesto al Moricci un rimborso, lasciando a lui il compito di decidere quanto (nella mia idea poteva essere una cifra simbolica e delle scuse) e specificando che questa cifra doveva rappresentare la differenza tra pezzi originali e pezzi non originali. Quello che è giusto.
Il Moricci ha controfferto di restituire tutta la mia spesa ma di rimandargli le penne per poter riprendere i pezzi. Levare la clip dalla Montblanc e riprendere il fondino della Waterman. Non ha voluto riconoscere alcun rimborso parziale.

Io non me la sono sentita di rimandare via posta a giro per la Toscana le mie penne in un posto in cui mi sembrava proprio di non essere stato trattato con professionalità e competenza. Ma non vorrei essere stato ingiusto con Moricci ed è per questo che chiedo a voi: vi pare un bel trattamento quello che ha fatto alle mie penne? ho dei crediti e dei diritti? posso essere deluso o sono ingiusto? devo lasciar perdere o insistere? devo farmi spedire una perlina rossa (con tutto il moncone portante che ha rimosso dalla mia Waterman) e una clip Waterman originale prima di rimandargli il mio cappuccio Waterman e quella clip che ho ricevuto sulla Montblanc?

Conto sulla vostra esperienza e vi ringrazio anticipatamente.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: mercoledì 25 settembre 2013, 23:28
da alfredop
Non so darti un giudizio sulla correttezza filologica delle riparazioni effettuate, ma se non sei soddisfatto perchè non approfittare dell'offerta di rimborso che ti è stata fatta?
A meno che il peso delle spese di spedizione (che immagino restino a tuo carico) non pesi molto sul costo totale mi sembra la soluzione migliore per te. Dopo ti metti con calma a cercare su Internet un tappo (dubito che tu riesca a trovare la sola testina) per la Waterman ed una clip per la Montblanc e risolvi definitivamente.

Alfredo

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 0:28
da sanpei
è stato effettuato un restauro con pezzi d'epoca,
forse non hai idea di quanto sia difficile trovare esattamente i ricambi esatti,
se non si hanno si utilizzano pezzi coerenti/coevi, o si ricostruiscono ex novo ove possibile.

Secondo me la soluzione "rimbosro parziale" non suona bene,
o le riparazioni ti soddisfano, o non ti soddisfano,
l'opzione "mi soddisferebbero se spendessi meno" secondo me non ha senso.

Se non sei convinto, per me, meglio tornare indietro che accontentarsi di qualcosa che non ti piace.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 1:28
da FryOne
Caro juniolucca, secondo me in questo caso specifico si tratta dei soliti problemi che scaturiscono dal dovere fare a meno del vis-a-vis. Il restauro di un oggetto è una cosa complessa, e richiede una scrupolosa valutazione sul da farsi da parte di cliente e restauratore che sia soprattutto dinamica, cioè fatta di feedback ("Questo non si può fare... allora potremmo fare così... tu che ne pensi?"). Come nel primo caso: tu hai dato per scontato che fosse facile reperire la "perlina rosa" (a proposito: gli avevi mandato la foto della perlina o confidavi che ne avesse già notizia?), lui ha dato per scontato che si potesse intervenire sulla base del principio del coevo/coerente. Del resto, se hanno la tua penna tra le mani, qualcosa s'inventano.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 2:24
da Rogozin
Nello specifico, sulle penne non ti so dire nulla, però anche secondo me la formula "rimborso parziale" mal si adatta alla situazione, mentre la riduzione in pristino con restituzioni reciproche mi pare sia un'ottima alternativa che ti viene offerta, il Pennaio in questo caso è decisamente in rimessa (considera che ci ha lavorato, e il costo della restaurazione non te lo sta addebitando nel caso tu gli renda i pezzi).

Il fatto che sia riparatore ufficiale Montblanc purtroppo non significa automaticamente che abbia materiali e pezzi d'epoca, dei quali è sicuramente sfornita anche la casa madre (anche perchè per i pezzi esistenti, basta che faccia una telefonata a MB e glieli mandano).

Insomma, legittime le tue pretese che forse non potevano essere soddisfatte, ergo le soluzioni offerte.
Con le tue penne così come ce le avevi prima, nessuno ti vieta di rivolgerti ad altro restauratore... se invece te le tieni così, ti rimarrà sempre il dubbio che già, lo sento, ti sta divorando :)

Conoscendo il Pennaio mi sento di azzardare che forse di meglio non poteva essere fatto, ma altro non posso aggiungere perchè come dicevo sono profano del settore.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 9:03
da gianpi73
FryOne ha scritto:Caro juniolucca, secondo me in questo caso specifico si tratta dei soliti problemi che scaturiscono dal dovere fare a meno del vis-a-vis. Il restauro di un oggetto è una cosa complessa, e richiede una scrupolosa valutazione sul da farsi da parte di cliente e restauratore che sia soprattutto dinamica, cioè fatta di feedback ("Questo non si può fare... allora potremmo fare così... tu che ne pensi?"). Come nel primo caso: tu hai dato per scontato che fosse facile reperire la "perlina rosa" (a proposito: gli avevi mandato la foto della perlina o confidavi che ne avesse già notizia?), lui ha dato per scontato che si potesse intervenire sulla base del principio del coevo/coerente. Del resto, se hanno la tua penna tra le mani, qualcosa s'inventano.

credo che sia una perfetta disamina della situazione. Con la Rete le distanze si sono ridotte e le cose son più veloci, ma alcune di esse devono essere fatte di persona e con calma . Questa situazione la porrei da esempio.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 9:17
da Irishtales
Ciao Junio, mi dispiace per la situazione perché traspare molta amarezza dalle tue parole. Fossi in te seguirei senz'altro il consiglio di Alfredo, mi armerei di tempo e tanta pazienza e mi metterei in cerca dei pezzi originali. Forse serviranno anni o forse sarai fortunato. E forse ancora - è anche questa un'eventualità - davvero non sarà mai possibile fare di meglio di quanto è stato fatto, ma almeno avrai la consapevolezza che è proprio così e non ti assillerà nessuno dei dubbi che attualmente ti portano, ne sono certa, ad amare di meno quelle penne...
In bocca al lupo, quale che sia la tua decisione ;)

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 9:21
da Ottorino
sanpei ha scritto:è stato effettuato un restauro con pezzi d'epoca,
forse non hai idea di quanto sia difficile trovare esattamente i ricambi esatti,
se non si hanno si utilizzano pezzi coerenti/coevi, o si ricostruiscono ex novo ove possibile.
Non entro nei dettagli, perchè non conosco le penne, ne' la loro storia.
E dovete pesare le mie parole perche' Fabio è un buon amico.
Detto questo, passo al resto.

Se non sei convinto del costo e della reperibilità pezzi, fai un giro in una nota casa d'aste.
Con un po' di pazienza troverai dei lotti di pezzi di penne vecchie.
Qualcuno prezioso e qualcun altro ciarpame.
Guarda i prezzi.

In questo caso, come in altri c'entra molto la componente "fortuna".
Se il pezzo c'è, bene. Se non c'è, bisogna inventarsi qualcosa. E li diventa difficile. Sia per la parte filologica che per accontentare il cliente. Credo che se Fabio avesse avuto quello che chiedevi, di sicuro lo avrebbe usato.

Anche io credo che le alternative realistiche che hai siano o accontentarsi o rinunciare del tutto.
E aspettare a vedere se trovi qualcosa che ti soddisfa più avanti.
C'è una sezione del mercatino per la ricerca dei pezzi, ma come vedrai sono più le richieste che le offerte.
A conferma della difficoltà del reperimento dei pezzi (non li chiamo ricambi apposta)

PS
Ti confesso che la prima riparazione che mi fece Fabio (una clip di una Elmo Montegrappa) mi lasciò molto perplesso. Poi col tempo ho capito che era stata fatta a regola d'arte.
L'ho capito solo quando mi son trovato davanti a una riparazione simile.
Che non ho fatto!! Troppo complessa, rischiosa e molto probabilmente nemmeno duratura.

PPS
Si parla degli anni '90. Una sorella di quella Elmo l'ho presa l'anno scorso a Bologna. ma era di colore diverso.
Non sono cose che si trovano ad ogni angolo di strada.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 26 settembre 2013, 17:00
da rembrandt54
sanpei ha scritto:è stato effettuato un restauro con pezzi d'epoca,
forse non hai idea di quanto sia difficile trovare esattamente i ricambi esatti,
se non si hanno si utilizzano pezzi coerenti/coevi, o si ricostruiscono ex novo ove possibile.

Secondo me la soluzione "rimbosro parziale" non suona bene,
o le riparazioni ti soddisfano, o non ti soddisfano,
l'opzione "mi soddisferebbero se spendessi meno" secondo me non ha senso.

Se non sei convinto, per me, meglio tornare indietro che accontentarsi di qualcosa che non ti piace.
Condivido in pieno l'opinione di Sanpei !!!

stefano

Un giudizio da veri esperti

Inviato: venerdì 4 ottobre 2013, 12:11
da ILPENNAIO
Buongiorno,
essendo stato menzionato pubblicamente mi sento di dover intervenire nel medesimo modo, visto che il forum con i suoi numerosissimi accessi influisce moltissimo sull'immagine di chi vi partecipa attivamente o passivamente.
Rappresentando inoltre il marchio che tutti voi conoscete, la necessità di rispondere è ancora più evidente visto che riferirsi a me equivale a riferirsi a Montblanc, con tutte le implicazioni relative all'immagine che questo comporta.

Per quanto mi riguarda sono sereno e consapevole di avere svolto il lavoro nel migliore dei modi che le condizioni comportavano ma soprattutto perchè, all'insoddisfazione del cliente, motivata o meno, ho offerto la totale restituzione di quanto versato con restituzione delle parti da me impiegate. Confesso di essere rimasto sorpreso da questa reazione, e più che ridare tutto quanto versato SENZA alcun addebito relativo al tempo e alla manodopera impiegata non posso fare.
Posso solo garantire che (se mai ci fosse bisogno di specificarlo) tutto il materiale da me utilizzato è originale e che il cliente ha avuto modo di essere edotto privatamente, tramite email, sugli step delle riparazioni, con relativo invito (tuttora valido) a venirmi a trovare nel mio laboratorio a Firenze, in modo che le mie procedure (e materiali) possano essere verificati.

Non è questa la sede per entrare nei particolari relativi all'intervento, dico solo che le soluzione prospettate, relative a riparazioni parziali, sconti e cose simili, non posso infatti accettarle in quanto lo sconto richiesto è relativo ad una pretesa e decisamente incalcolabile "differenza fra un lavoro fatto male e un lavoro fatto bene": per me il lavoro è stato svolto nel migliore dei modi, se il cliente è insoddisfatto può essere rimborsato e ripeto senza che le ore e la mia manodopera siano addebitati: mi sembra la cosa più corretta.

Avendo detto questo sia privatamente che, a questo punto, pubblicamente, non penso di dover aggiungere altro ribadendo il mio rammarico e dispiacere personali.
Colgo l'occasione per salutare tutto il forum e per ringraziarlo della fiducia che tutti i giorni mi dà.

Un giudizio da veri esperti

Inviato: giovedì 24 ottobre 2013, 23:11
da penboard
Ciao a tutti, saluti dall Abruzzo,

in breve, e tardi.
il capuccio Waterman - tutto originale, ma se non quello che si aspettava il cliente - allora, Fabio, hai fatto bene offrire il rimborso totale.
credo, che trovare la perlina originale - impossibile, beh, improbabile. sarebbe da ricostruire al tornio.
si puo far, ma costa!

il fermaglio per la 642 - al 100% originale, ma si vede, si adatta non perfettamente centrato sul capuccio. Da correggere!

purtroppo, questi fermagli non si trovano facilmente e non sono sempre dello stesso colore di doratura.
chiaro, si puo portare il fermaglio da un servizio doratura, che offre piu di 1 colore di doratura (ne conosco solo uno in Germania)
ma chi lo paga questo servizio super speciale?

Non credo pero,
che e giusto andare al pubblico qui sul forum con questa lamentela.
basta mandare indietro e chiedere rimborso.
se ho capito bene, questo e gia stata fatta prima di questa publicazione.


Saluti
Tom Westerich