un caro saluto a tutti

Sei appena arrivato? Presentati e facci conoscere le tue preferenze in fatto di... penne!!
Rispondi
AusTriA
Converter
Converter
Messaggi: 1
Iscritto il: domenica 9 maggio 2021, 10:21

un caro saluto a tutti

Messaggio da AusTriA »

I banchi inclinati col buco per un calamaio già sparito, la scolorina prima in boccetta bicomponente e poi in pennarello, la pelikano per l'inchiostro blu e l'auretta per quello rosso, le cartucce aperte coi denti per collezionare le palline entrocontenute, l'inchiostro nero come conquista da "grande" alle medie, i primi orologi prima led e poi lcd, le prime calcolatrici su cui si scriveva 77345 che letto al contrario era SHELL

Poi progresso, e col progresso tante cose che vanno ma anche tante che non vanno. Forse dopo una certa età oltre che avanti si comincia a guardare indietro.. ad apprezzare alcune cose dimenticate, a capire che ultraprecisione e obervelocità non sono necessariamente valori, che il computer non sempre risolve problemi e comunque non necessariamente i tuoi, che scrivere lentamente facendo attenzione a non sbavare legando tra di loro le lettere una a una permetteva anche di legare tra di loro i pensieri e crearne di nuovi e con loro un nuovo te stesso.

Presi a correre in avanti in direzione obbligata non abbiamo più spazio per fermarci a vedere cosa ci sia dietro l'angolo, fisico o della mente.

Ed allora tante umili matite, anspitzer (temperini tedeschi) in bronzo, carte assorbenti, inchiostri seppia e lavanda e neri (anche se brillanti come il vecchio Pelikan non ne trovo più) e pure blu ma rigorosamente royal col tono violaceo, la pelikano e la safari ma anche la 2000 e tante tante altre... e quando scrivi ti concentri sul rumore dell'iridio sulla carta, sull'attrito, sulle sfumature del colore e sull'effetto che il tutto fa insieme al tuo corsivo ed all'idea materializzata, e per un attimo quell'ansia che un poco tutti abbiamo è come dimenticata, ottenebrata.

Sul computer una tastiera meccanica, come usava, che dia segni di vita ad ogni tocco.

Ora scusate, devo andare a scrivere.
Avatar utente
Stylosa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 12 marzo 2021, 12:57
La mia penna preferita: Waterman, Pelikan ... tutte
Il mio inchiostro preferito: Waterman Nero Intenso, Herbin
Località: 43°37'N 13° 31'E
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Stylosa »

Complimenti per le presentazione in... punta di penna...
Benvenuto











_______N_a_d_i_a_______________
Avatar utente
NicolaGue
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 101
Iscritto il: sabato 22 agosto 2020, 18:38
La mia penna preferita: Delta Dolcevita
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Asa Gao
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Avellino
Sesso:
Contatta:

un caro saluto a tutti

Messaggio da NicolaGue »

Ricordi senza nostalgia ......
Complimenti e benvenuto
Avatar utente
Roby59
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 312
Iscritto il: martedì 19 maggio 2020, 19:58
La mia penna preferita: Harley Davidson 1990
Il mio inchiostro preferito: Herbin/Lamy/Diamine
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Torino
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Roby59 »

Benvenuto a Bordo :thumbup:
Roby
Avatar utente
Colombre
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 305
Iscritto il: lunedì 6 marzo 2017, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it Vera: 028
Località: Pordenone (provincia)
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Colombre »

Presentazione molto poetica.
Benvenuto tra noi. :wave:
I've seen things you people wouldn't believe,
attack ships on fire off the shoulder of Orion,
I watched c-beams glitter in the dark near the Tannhäuser Gates.
All those moments will be lost in time,
like tears in rain.
Time to die.
Silemar
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1511
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 18:02
Il mio inchiostro preferito: Sailor Jentle-Pilot Iroshizuku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Rieti
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Silemar »

Ho letto con piacere la presentazione. :) Benvenuto! :wave:
Laura
Avatar utente
ricart
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 988
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: Pelikan 120
Il mio inchiostro preferito: Ora: Leonardo Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: Porpetto (UD)
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da ricart »

Come questa?
07.jpg
Benvenuto AusTria...Poeta!
Riccardo

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie (G.U.)
Avatar utente
Stylosa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 12 marzo 2021, 12:57
La mia penna preferita: Waterman, Pelikan ... tutte
Il mio inchiostro preferito: Waterman Nero Intenso, Herbin
Località: 43°37'N 13° 31'E
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Stylosa »

ricart ha scritto: domenica 9 maggio 2021, 23:46 Come questa?

07.jpg

Benvenuto AusTria...Poeta!
Scusate ma solo ai Geometri si scrivevano parolacce? :?:
Koten90
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 198
Iscritto il: domenica 11 aprile 2021, 13:25
La mia penna preferita: Pilot Custom 912 Falcon
Il mio inchiostro preferito: Diamine Green Black
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Busto Arsizio
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da Koten90 »

Una generazione diversa: a metà degli anni ‘90 non c’erano nemmeno più i banchi col buco.
Abbiamo imparato a scrivere con le odiatissime Papermate cancellabili, forzati a scrivere in blu e rosso (colori che 20-25 anni dopo odio ancora).
Una generazione in cui si erano ormai sdoganati certi tabù, infatti sulla calcolatrice scrivevamo 0,5535.
Iniziava anche il periodo in cui molti diventavano schiavi e malati di apparire (e infatti scrivevamo anche 0,5380 per prendere in giro qualcuno).
È stata l’epoca in cui le direttive per la scuola imponevano a maestri e professori ormai quasi sessantenni* di insegnare l’inglese e l’uso del computer, parlando male il primo e bollando come macchina infernale il secondo.
La nostra maestra di matematica, piuttosto che portarci nell’attrezzatissima aula computer, ci faceva scrivere con la papermate sul quaderno a quadretti 4mm le 6 righe di codice Pascal che conosceva (probabilmente la più primitiva e obsoleta delle lingue di programmazione).
La maestra di italiano, invece, pretendeva il corsivo scolastico e non accettava variazioni di forma alle lettere (la p si fa con l’onda, non con l’anello!).
Alle medie disimparai completamente il corsivo scrivendo per tre anni solo in stampatello, con la Bic nera per il testo e verde per i titoli, colori della mia libertà ritrovata. Alle superiori dovetti ricostruire una
Del periodo scolastico rimpiango solo la spensieratezza e la libertà dai social e dalla televisione che, ora li ringrazio, i miei genitori limitavano a massimo 2 ore al giorno, solo di cartoni animati.
Il progresso ci ha portato una moltitudine di contenuti che, col passare del tempo, sono diventati sempre più sterili e che hanno come fondamento la creazione di tensioni tra esseri umani.
La soluzione è scrivere ;)

* ma voi ce l’avete mai avuta una professoressa carina di 25 anni? Sono creature mitologiche!
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 12731
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

un caro saluto a tutti

Messaggio da piccardi »

Ciao AusTriA,

un caloroso benvenuto anche da parte mia, e complimenti per la bella presentazione!

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 14016
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
FP.it 5000: 000
Località: Portici (NA)
Sesso:

un caro saluto a tutti

Messaggio da maxpop 55 »

Benvenuta !!!!!!!!!!!!!!!! :wave: :wave:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.
valhalla
Levetta
Levetta
Messaggi: 569
Iscritto il: lunedì 20 maggio 2019, 17:20
La mia penna preferita: penna Astoria (tour Eiffel)
Misura preferita del pennino: Extra Fine

un caro saluto a tutti

Messaggio da valhalla »

Koten90 ha scritto: lunedì 10 maggio 2021, 10:01 La nostra maestra di matematica, piuttosto che portarci nell’attrezzatissima aula computer, ci faceva scrivere con la papermate sul quaderno a quadretti 4mm le 6 righe di codice Pascal che conosceva (probabilmente la più primitiva e obsoleta delle lingue di programmazione).
devo spezzare una lancia in favore del Pascal: non è il linguaggio più usato al giorno d'oggi (lol), ma per insegnare i concetti della programmazione non è una scelta così cattiva, è anche meglio di svariati linguaggi più usati nel mondo reale che impestano i corsi universitari (chi ha detto java?).

Certo, non è il massimo dal punto di vista dello stimolare l'entusiasmo in una classe, e ci vorrebbe qualcosa di più di sei righe in croce per fare un corso serio.
Immagine
Rispondi

Torna a “Presentazione dei nuovi iscritti”