Autonomia serbatoio

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Rispondi
Manba23
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 49
Iscritto il: lunedì 16 marzo 2020, 21:14

Autonomia serbatoio

Messaggio da Manba23 »

Salve a tutti, vorrei esternare alcune perplessità riguardanti le penne stilografiche antiche ed anche molto apprezzate. Alcune di esse le uso con molta riluttanza perchè hanno una capacità del serbatoio molto limitata ed inoltre non vi è la possibilità di vedere quanto inchiostro è ancora disponibile. Trovo invece molto comodo quelle che possono usare le cartucce o il converter, oppure hanno la possibilità di visionare il serbatoio (Aurora 88, Montblanc 149 ed altre). Mi spiace molto non poter utilizzare la Parker 51 che ritengo una penna stupenda. Ho misurato la quantità di inchiostro caricato seguendo le istruzioni del fabbricante (premere 4 volte la levetta che schiaccia il serbatoio flessibile) ed è di appena 1 cm cubo. Vero che le cartucce tipo Pelikan corte ne contengono ancora meno, ma almeno li si può vedere quanto ne resta. Che ne pensate?
Avatar utente
Ghiandaia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 844
Iscritto il: domenica 12 maggio 2019, 10:43
La mia penna preferita: Cambia costantemente
Il mio inchiostro preferito: Vedi sopra
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Autonomia serbatoio

Messaggio da Ghiandaia »

Anche a me non piacciono le penne in cui non si può vedere il livello dell'inchiostro, in più essendo un accumulatore seriale ne cambio uno al giorno quindi prediligo cartucce e converter per la praticità di pulizia. La capacità limitata invece non mi crea nessuna noia.
Avatar utente
lucawm
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 909
Iscritto il: sabato 17 marzo 2018, 19:49
La mia penna preferita: Waterman "Ideal" No.3
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Bari
Sesso:
Contatta:

Autonomia serbatoio

Messaggio da lucawm »

Tutte le penne a leva (quindi col sacchetto all'interno) che uso giornalmente, quando sono in rotazione, le riempio ogni giorno o due se le adopero intensamente- :thumbup:
Avatar utente
Bons
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 909
Iscritto il: sabato 10 marzo 2018, 13:10
La mia penna preferita: Solo una? Impossibile...
Il mio inchiostro preferito: Solo uno? E tutti gli altri?
Località: Monti degli abeti rossi

Autonomia serbatoio

Messaggio da Bons »

Ne ha rovinata di gente la Bic Cristal...
Angelo

"I'm not bad. I'm just drawn that way."
Jessica Rabbit, Who Framed Roger Rabbit
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 12592
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Autonomia serbatoio

Messaggio da piccardi »

Manba23 ha scritto: mercoledì 24 marzo 2021, 17:58 Salve a tutti, vorrei esternare alcune perplessità riguardanti le penne stilografiche antiche ed anche molto apprezzate. Alcune di esse le uso con molta riluttanza perchè hanno una capacità del serbatoio molto limitata ed inoltre non vi è la possibilità di vedere quanto inchiostro è ancora disponibile. Trovo invece molto comodo quelle che possono usare le cartucce o il converter, oppure hanno la possibilità di visionare il serbatoio (Aurora 88, Montblanc 149 ed altre). Mi spiace molto non poter utilizzare la Parker 51 che ritengo una penna stupenda. Ho misurato la quantità di inchiostro caricato seguendo le istruzioni del fabbricante (premere 4 volte la levetta che schiaccia il serbatoio flessibile) ed è di appena 1 cm cubo. Vero che le cartucce tipo Pelikan corte ne contengono ancora meno, ma almeno li si può vedere quanto ne resta. Che ne pensate?
Che se finisci l'inchiostro e non hai una cartuccia con te resti senza comunque. E se ce l'hai te la devi portar dietro per ogni evenienza e senza una "Duo-Cart" può risultar scomodo. Oppure butti la vecchia prima che sia finita se ce n'è rimasto poco?

Ricaricare la 51 ogni due/tre giorni, se la paura è di restare senza inchiostro, non mi pare questa grande complicazione. Non così distante da quella di ricordarsi di guardare il livello della cartuccia ogni tanto.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”