Montegrappa Fortuna vs Parola: il confronto

Tutto ciò che serve per scrivere... e tanto altro!
Rispondi
Avatar utente
SimOSX
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 12 febbraio 2019, 17:43

Montegrappa Fortuna vs Parola: il confronto

Messaggio da SimOSX »

Ciao a tutti.

Circa una settimana fa in ufficio, ad un certo punto, mi sparisce la fidata Montegrappa Parola che a suo tempo ho presentato qui:

viewtopic.php?t=18225


Chiedo in giro, ma c’è poco da fare: sparita.

Decido di far passare qualche giorno, casomai rispuntasse, infine getto la spugna e decido di ordinarne un’altra… la stessa, oppure provare qualcos’altro?

Così, dopo aver cercato qua e là su internet, decido di “tentare la Fortuna” e, in teoria, fare un piccolo salto in avanti dal momento in cui il listino della Fortuna è un po’ più alto rispetto a quello della Parola e dal momento in cui sulla Fortuna si basano anche edizioni speciali dal listino ancora più alto.

La scelta di rimanere sul total black è dovuta al fatto di avere necessità di una penna che non risulti troppo appariscente, nonostante si perda quella sensazione di “penna di lusso” che finiture oro o palladio sanno donare.

Il giorno stesso in cui è prevista la consegna del pacco, arrivo in ufficio e trovo la mia Parola nel barattolo portapenne: qualcuno l’ha trovata in giro e ha provveduto a restituirmela (grazie a chi, senza chiedere, prende cose altrui senza nemmeno degnarsi di rimetterle al loro posto…).

È chiaro quindi che il nuovo acquisto non mi serve più, ma non posso semplicemente rifiutare la consegna del pacco e chiedere il rimborso, devo comunque ritirarlo e successivamente aprire la pratica per il reso. Un’occasione per dare un’occhiata alla Fortuna e valutare se sia o meno il caso tenerla comunque.

Classica scatola Montegrappa ben curata:

Immagine

Immagine

La penna si presenta nella sua semplicità ben rifinita e abbastanza imponente con le sue forme bombate:

Immagine

Immagine

Immagine

Nonostante questo, il confronto con la Parola non mi convince: estetica a parte non vedo nessun motivo per cui la Fortuna debba costare di più, se non di molto, è più spessa ma anche più corta e quindi l’effetto è più tozzo.

Immagine

Immagine

Immagine

Infine, due aspetti che hanno influenzato definitivamente la scelta di non tenere la Fortuna: il primo, più marginale, è che la sua “cicciosità” la rende faticosa da inserire nella custodia in pelle Lamy in cui invece la Parola calza a pennello. Il secondo, più importante, è che la Fortuna risulta incompatibile con i miei amati refill Schneider Gelion+… ma come è possibile?

Immagine

Anche altri refill, non mi ricordo se Schmidt o Schneider, a sfera caratterizzati da una particolare scorrevolezza (in questo momento non li ho sottomano) non sono risultati compatibili con la Fortuna al contrario della Parola, quindi mio malgrado ho optato per il reso.


Altre considerazioni: sono andato sul sito della Montegrappa per dare un’occhiata alla loro attuale collezione, ma l’impressione è quella che puntino tutto o quasi sulle costosissime edizioni limitate, tutte le altre mi sono sembrate banali e poco accattivanti.

Per dire, ho una roller New Espressione che considero un capolavoro, e ora qualcosa di simile manca del tutto.

Immagine
Avatar utente
Automedonte
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3399
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2020, 16:33
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Gender:

Montegrappa Fortuna vs Parola: il confronto

Messaggio da Automedonte »

questione di gusti, a me la Fortuna piace molto di più soprattutto in versione stilografica rispetto alla Parola che trovo anonima.
Cesare Augusto
sansenri
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4268
Iscritto il: mercoledì 27 gennaio 2016, 0:43
Fp.it Vera: 032
Gender:

Montegrappa Fortuna vs Parola: il confronto

Messaggio da sansenri »

hai giustamente fatto la tua scelta (la praticità a volte è la motivazione più forte, se non calza i tuoi refill preferiti e non calza nel tuo portapenne inutile discutere). Le forme bombate della Fortuna non mi dispiacciono, mentre in genere non amo le penne con la "corona" sul cappuccio evidente.
La maggior larghezza del fusto può essere utile/piacere ad alcuni, mani grandi ed età (ad una certa età si fa più fatica ad impugnare penne sottili, la mano fa meno fatica se la penna è più cicciotta) possono orientare la scelta.
Kelly71
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 7 novembre 2023, 11:54

Montegrappa Fortuna vs Parola: il confronto

Messaggio da Kelly71 »

Questione di gusti .. ovvio
io se non sono "cicciose" per usare un tuo termine non le prendo , devono avere almeno un diametro 13 , 14 /15 lo standard
la parola mi sa troppo di penna anonima
ma visto che ormai avevi fatto l ordine perchè non tenerle tutte e due ?

io ho tre Elmo 02 e una Fortuna (tutte stilog) e non mi sembrano mai troppe :roll: 8-)
Rispondi

Torna a “Altri strumenti di scrittura e accessori”