DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Avatar utente
RisottoPensa
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1312
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2023, 20:26
La mia penna preferita: Platinum 3776 Gathered F 1978
Il mio inchiostro preferito: Robert Oster Bishop to King
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da RisottoPensa »

a me quei anellini d'argento sembrano fagioli o reni , non li trovo belli , molto barocchi comunque
❄️ 🐻‍❄️ ❄️
mastrogigino
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1713
Iscritto il: venerdì 12 marzo 2021, 14:18
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Nord-Ovest Lombardia
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da mastrogigino »

RisottoPensa ha scritto: lunedì 8 luglio 2024, 23:39 a me quei anellini d'argento sembrano fagioli o reni , non li trovo belli , molto barocchi comunque
La tocchiamo piano... :lol:

Comunque anche a me non piacciono, troppo "soprammobili della vecchia zia" , quella che quando eri bambino ti sbaciucchiava e ti regalava le caramelle Rossana...
Avatar utente
ASTROLUX
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3660
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da ASTROLUX »

RisottoPensa ha scritto: lunedì 8 luglio 2024, 23:39 a me quei anellini d'argento sembrano fagioli o reni , non li trovo belli , molto barocchi comunque
Se la penna è "barocca" sullo stile Marlen oppure ad esempio sulla Delta Manzoni lo apprezzerei pure. E' su penne dallo stile più semplice e pulito che mi pare un po' fuori contesto.
Fa più rumore un albero che cade che un'intera foresta che cresce.
Lao Tsu
RealMe
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: venerdì 15 marzo 2024, 13:26
La mia penna preferita: Molte e a periodi
Il mio inchiostro preferito: Diamine vari colori
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Barlassina (MB)

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da RealMe »

ASTROLUX ha scritto: martedì 9 luglio 2024, 13:19
RisottoPensa ha scritto: lunedì 8 luglio 2024, 23:39 a me quei anellini d'argento sembrano fagioli o reni , non li trovo belli , molto barocchi comunque
Se la penna è "barocca" sullo stile Marlen oppure ad esempio sulla Delta Manzoni lo apprezzerei pure. E' su penne dallo stile più semplice e pulito che mi pare un po' fuori contesto.
Personalmente quelle verette in cera persa le ritengo delle chicche stilistiche di arricchimento ed impreziosimento.
Comunque sia, viste queste verette di livello diciamocela tutta, diventa difficile a mio umile avviso, accettare quelle laserate o leggermente incise in acciaio.
Avatar utente
ASTROLUX
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3660
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da ASTROLUX »

RealMe ha scritto: martedì 9 luglio 2024, 14:07
ASTROLUX ha scritto: martedì 9 luglio 2024, 13:19

Se la penna è "barocca" sullo stile Marlen oppure ad esempio sulla Delta Manzoni lo apprezzerei pure. E' su penne dallo stile più semplice e pulito che mi pare un po' fuori contesto.
Personalmente quelle verette in cera persa le ritengo delle chicche stilistiche di arricchimento ed impreziosimento.
Comunque sia, viste queste verette di livello diciamocela tutta, diventa difficile a mio umile avviso, accettare quelle laserate o leggermente incise in acciaio.
Dipende dallo stile della penna... se di taglio moderno la trovo poco adatta.
PS
Le verette sono realizzate con la tecnica della fusione a cera persa, anche perchè se realizzate con tecniche più raffinate sarebbero costate troppo.
Fa più rumore un albero che cade che un'intera foresta che cresce.
Lao Tsu
Wall
Levetta
Levetta
Messaggi: 662
Iscritto il: venerdì 18 ottobre 2019, 17:00
La mia penna preferita: Leonardo Furore
Il mio inchiostro preferito: Kyoto Kyo No Oto Nurebairo
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Vigevano (PV)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da Wall »

Io trovo la veretta delle Delta una chicca incredibile che ne impreziosisce molto l'aspetto.
Io posseggo questa: Delta Masterpiece Fusion
20211012_110630.jpg
20211012_110825.jpg
...e senza ombra di dubbio il pennino Fusion è uno dei migliori pennini che io possegga, anzi forse è il migliore.
Walter



"Ricorda sempre che sei assolutamente unico. Proprio come tutti gli altri." Margaret Mead
Avatar utente
ricart
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2410
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: Pelikan 120
Il mio inchiostro preferito: Ora: Waterman Blu Mistero
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: Porpetto (UD)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da ricart »

Concordo su tutto, il Fusion è un pennino fantastico con qualsiasi gradazione, è stato messo a punto molto bene, se avete l'occasione di trovare uno in vendita non fatevelo scappare
:wave:
Riccardo

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie (G.U.)
Avatar utente
Giorgio1955
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1164
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da Giorgio1955 »

ricart ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 0:02 Concordo su tutto, il Fusion è un pennino fantastico con qualsiasi gradazione, è stato messo a punto molto bene, se avete l'occasione di trovare uno in vendita non fatevelo scappare
:wave:
Si è dibattuto tanto sul fusion: da chi lo ritiene eccezionale a chi lo giudica un abile escamotage per conferire nobiltà a un normale pennino in acciaio.
Giorgio
RealMe
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: venerdì 15 marzo 2024, 13:26
La mia penna preferita: Molte e a periodi
Il mio inchiostro preferito: Diamine vari colori
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Barlassina (MB)

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da RealMe »

Giorgio1955 ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 6:55
ricart ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 0:02 Concordo su tutto, il Fusion è un pennino fantastico con qualsiasi gradazione, è stato messo a punto molto bene, se avete l'occasione di trovare uno in vendita non fatevelo scappare
:wave:
Si è dibattuto tanto sul fusion: da chi lo ritiene eccezionale a chi lo giudica un abile escamotage per conferire nobiltà a un normale pennino in acciaio.
Anche io ho letto parecchio sul pennino fusion ed effettivamente trovo sia un escamotage di mercato, non mi convince. Dico anche che non ho provato nessuna penna che lo montasse ovvero la mia sensazione è solo "astratta" e non "concreta" e come per la pizza .... è molto personale!! ciò non toglie che il mercato ha la necessità di muoversi proponendo sempre qualcosa.
Roland
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 395
Iscritto il: giovedì 6 aprile 2023, 16:38

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da Roland »

La Delta introdusse il pennino fusion negli anni in cui il prezzo dell'oro era diventato proibitivo tanto che altri produttori fecero scelte alternative come i pennini in platino? della Visconti.
Quel pezzettino di oro non influisce minimamente sulle proprietà di morbidezza del pennino in acciaio sottostante. In alcuni esemplari quel pezzettino in
oro si staccava (il quality control non era più quello di un tempo) e il pennino non subiva alcuna modifica (di morbidezza, flessibilità etc...) nella scrittura. Quindi tutto fumo e niente arrosto. Il fusion scriveva bene perché il pennino in acciaio scriveva bene (come i pennini in acciaio pelikan degli anni 80,90).
Wall
Levetta
Levetta
Messaggi: 662
Iscritto il: venerdì 18 ottobre 2019, 17:00
La mia penna preferita: Leonardo Furore
Il mio inchiostro preferito: Kyoto Kyo No Oto Nurebairo
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Vigevano (PV)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da Wall »

Sarà che quella carenatura non serve a niente.
Sarà che forse, come affermava Delta, crea una differenza di potenziale, di temperatura che riesce a gestire il flusso dell'inchiostro in maniera ottimale.
Sarà che l'accoppiamento di due diversi metalli favorisca alcuni aspetti essenziali in fase di scrittura.
Sarà che il pennino in acciaio scrive bene di suo e la carenatura in oro è superflua.
Sarà che sono stato molto fortunato a trovarne uno con un tuning perfetto.
Il fatto sta che molto difficilmente ho provato un pennino così piacevole da usare sotto tutti i punti di vista e, come detto, è forse il miglior pennino EF che io abbia.

La mia Delta Masterpiece è una penna che uso regolarmente con sommo piacere e, come consigliato poco su, se vi dovesse capitare di trovarne uno, prendetelo. Per me è stato "amore a prima vista" :D
Walter



"Ricorda sempre che sei assolutamente unico. Proprio come tutti gli altri." Margaret Mead
RealMe
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 34
Iscritto il: venerdì 15 marzo 2024, 13:26
La mia penna preferita: Molte e a periodi
Il mio inchiostro preferito: Diamine vari colori
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Barlassina (MB)

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da RealMe »

Fuori di dubbio che il piacere personale è essenziale quindi qualunque oggetto lo soddisfi è l'oggetto/penna/pennino giusto.

Come detto sopra, personalmente non l'ho mai provato e leggendo due post precedenti rilevo che il fusion è stata una operazione di marketing e di necessità.
Avatar utente
ricart
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2410
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: Pelikan 120
Il mio inchiostro preferito: Ora: Waterman Blu Mistero
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: Porpetto (UD)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da ricart »

Penso che nessuno di noi creda alla "favola" dell'abbinamento dei due metalli, detto questo il pennino Fusion in acciaio è un gran pennino forse perché gli è stata rivolta una grande attenzione nella fase di finitura. Ho diverse Delta con questo pennino, a cominciare dalla 500, e tutte scrivono più che bene. Se non si provano non si possono giudicare anche se le considerazioni di ognuno sono sempre personali, ci sono dei parametri base oggettivi al di là dei gusti personali.
:wave:
Riccardo

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie (G.U.)
Wall
Levetta
Levetta
Messaggi: 662
Iscritto il: venerdì 18 ottobre 2019, 17:00
La mia penna preferita: Leonardo Furore
Il mio inchiostro preferito: Kyoto Kyo No Oto Nurebairo
Misura preferita del pennino: Stub
Località: Vigevano (PV)
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da Wall »

ricart ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 13:22 Penso che nessuno di noi creda alla "favola" dell'abbinamento dei due metalli, detto questo il pennino Fusion in acciaio è un gran pennino forse perché gli è stata rivolta una grande attenzione nella fase di finitura. Ho diverse Delta con questo pennino, a cominciare dalla 500, e tutte scrivono più che bene. Se non si provano non si possono giudicare anche se le considerazioni di ognuno sono sempre personali, ci sono dei parametri base oggettivi al di là dei gusti personali.
:wave:
Stavo per esprimere lo stesso concetto ma mi hai preceduto ponendo la questione in modo eccellente.
Concordo in pieno con te Ricart. Difficilmente si trovano pennini che scrivono in questo modo quasi perfetto.
Walter



"Ricorda sempre che sei assolutamente unico. Proprio come tutti gli altri." Margaret Mead
sansenri
Contagocce
Contagocce
Messaggi: 5081
Iscritto il: mercoledì 27 gennaio 2016, 0:43
Fp.it Vera: 032
Gender:

DELTA DOLCEVITA CURIOSITA'

Messaggio da sansenri »

ricart ha scritto: mercoledì 10 luglio 2024, 13:22 Penso che nessuno di noi creda alla "favola" dell'abbinamento dei due metalli, detto questo il pennino Fusion in acciaio è un gran pennino forse perché gli è stata rivolta una grande attenzione nella fase di finitura. Ho diverse Delta con questo pennino, a cominciare dalla 500, e tutte scrivono più che bene. Se non si provano non si possono giudicare anche se le considerazioni di ognuno sono sempre personali, ci sono dei parametri base oggettivi al di là dei gusti personali.
:wave:
concordo, sul fatto che il fusion sia un bel pennino. Anch'io ne ho più d'uno, e sono tra alcuni dei miei pennini in acciaio che scrivono meglio.
Confrontati con i Bock in acciaio odierni non c'è dubbio che scrivano meglio, anch'io tendo a pensare che siano stati rifiniti con molta cura dato che finivano su penne di un certo pregio. Bisogna anche dire che i pennini Delta in acciaio erano proprio dei bei pennini di default, anche i non-fusion, certamente prodotti da Bock, ma sicuramente con una certa cura, e in genere i fini erano fini corretti (non abbondanti).
Francesco ritiene che la procedura di saldatura del pezzetto in oro sull'acciaio nel fusion influisca in qualche modo sulle caratteristiche finali a causa del calore. Se fatto tramite un procedimento di "normalizzazione" (raffreddamento lento) ciò potrebbe avere un senso, perché in teoria questo procedimento aumenta la flessibilità/resilienza del materiale, oltre tale ipotesi non vado però.

PS, aggiungo solo che Delta ha spesso menzionato il fatto che i suoi pennini fossero in "acciaio armonico".
Non saprei dire se questa sia una caratteristica solo di Delta (ne dubito) in ogni modo è utile sapere che l'acciaio armonico
https://it.wikipedia.org/wiki/Acciaio_armonico non è un invenzione del marketing, è un processo industriale ben definito
che serve a dare maggior elasticità all'acciaio (si usa anche per altri scopi quando l'acciaio deve sostenere particolari sollecitazioni).
Rispondi

Torna a “Tecnica e riparazioni”